Messi perde la testa e colpisce l’avversario: rischia 12 giornate

Leo Messi ha perso la testa e ci può stare. Forse un po’ di frustrazione alla base del gesto di follia che ha visto protagonista il campione argentino. Una manata, una via di mezzo con un pugno, a Villalibre gli è costato il rosso al 120′. E’ successo ieri, negli ultimi istanti di Barcellona-Athletic Bilbao, finale della supercoppa di Spagna. 2-3 il punteggio maturato ai supplementari: a decidere la partita una rete pregevole di Inaki Williams.

Al 120′, vedendo sfumare un altro trofeo, Leo Messi colpisce Villalibre e – dopo revisione al Var – rimedia il cartellino rosso. E ora rischia tantissimo: secondo i principali media spagnoli, rischia una squalifica che va da 4 a 12 giornate. Questo se il giudice sportivo ravviserà nella sua condotta l’intenzione di aggredire fisicamente l’avversario. In caso contrario, la squalifica andrebbe da 1 a 3 giornate.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI