Sampdoria, D’Aversa si presenta in conferenza stampa: “Per me è un onore essere qui ad allenare la Sampdoria nel suo 75° anno”

Quest’oggi si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione di Roberto D’Aversa, nuovo allenatore della Sampdoria, dopo l’addio di Ranieri. Affianco a lui il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero.

LEGGI ANCHE: “Chiellini voleva lasciare la Juve

Sampdoria-D’Aversa, le prime dichiarazioni

Ferrero ha aperto la conferenza stampa:

“Non devo presentare il signore a fianco a me, perché si presenta da solo. Oggi è la giornata della Sampdoria che ha scelto un grande uomo e un grande allenatore

Il nuovo allenatore dei blucerchiati ha aggiunto:

“Le mie prime parole sono di ringraziamento al presidente Ferrero e alla Sampdoria per l’opportunità che mi ha concesso.

Ho avuto la fortuna di indossare questa maglia e sono ancora forti le emozioni che la Gradinata Sud sa trasmettere.

Ho giocato qui solo 6 mesi ma mi è rimasta la voglia di tornare e per me è un onore essere qui ad allenare la Sampdoria nel suo 75° anno.

Per me è motivo di grande orgoglio sedere sulla panchina che è stata di Boskov, un grande allenatore e un grande comunicatore”..”

La nuova Sampdoria di D’Aversa

D’Aversa in merito al capitano e simbolo della squadra Quagliarella ha riferito:

“È il nostro capitano ed è un giocatore importante, mi auguro e penso che potrà essere fondamentale anche la prossima stagione.

Quagliarella è un esempio per tutti quanti e valuteremo quale sarà il migliore sistema di gioco per lui”

Il nuovo allenatore potrebbe certamente cambiare il modulo rispetto al precedente adoperato da Ranieri, in conferenza stampa ha infatti detto:

“Può essere un sistema di gioco adattabile dove un esterno può essere portato a giocare a fianco a Quagliarella.

Il sistema di gioco lo determinano i giocatori che hai a disposizione, bisogna mettere i giocatori in condizione di rendere al meglio.

Negli ultimi anni ho utilizzato maggiormente un 4-3-2-1, in quel caso Fabio avrebbe due giocatori con cui dialogare.

L’importante non è il modulo ma il metodo con cui si sviluppano le due fasi. Avere Fabio che gioca in maniera lucida è utile per tutta la squadra”.

Sampdoria, il punto sul calciomercato

Il giornalista Luca Cilli di Sportitalia ha riferito sulla questione Damsgaard:

L’idea della Sampdoria sul mercato è quella di mantenere i profili migliori, anche se poi qualche sacrificio tecnico per motivi economici bisognerà farlo, per il bilancio.

Damsgaard, salvo offerte scandalose che potrebbero arrivare post europeo, dovrebbe restare.

Questo è già un buon punto di partenza. Il mercato lo porterà avanti Daniele Faggiano che ha lavorato con D’Aversa a Parma”

Sampdoria-Jankto, sarà addio?

Un altro possibile movimento in uscita per i blucerchiati riguarda Jakub Jankto, uno dei protagonisti della passata stagione con 35 presenze, 6 gol e 3 assist, potrebbe infatti lasciare la Sampdoria.

Il suo valore a Dicembre era fissato intorno ai 11/12 milioni di euro ma attualmente dopo le sue belle prestazioni con la Sampdoria e agli europei con la Repubblica Ceca è sicuramente aumentato.

La Sampdoria lo pagò 14,5 milioni dall’Udinese nell’estate del 2018.

La Bundesliga potrebbe essere la sua prossima meta con Hoffenheim ed Hertha Berlino interessate.

Da non scartare l’ipotesi Premier League dove il ceco ha aumentato i suoi consensi.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI