Milan, Giroud sfida la maledizione del numero di maglia

Olivier Giroud ha scelto il suo numero di maglia, indosserà con i rossoneri il numero 9, storico di Pippo Inzaghi che non ha portato bene ai suoi successori.

ti può interessare anche: “Juventus, Ronaldo ha deciso il futuro

Milan, Giroud, la scelta e la maledizione

Il nuovo attaccante del Milan ha deciso di prendere la maglia con il numero 9.

Pippo Inzaghi è stato certamente uno dei protagonisti dei rossoneri e con quel numero di maglia ha fatto benissimo. Dopo il suo ritiro dal calcio giocato non ha portato benissimo a coloro che hanno deciso di prendere quel numero: Pato, Torres, Mandzukic, Lapadula, Piatek, André Silva, Higuain, Matri, Destro, Luiz Adriano, nessuno di loro ha mai lasciato il segno nella storia del Milan.

Il primo calciatore a prendere la 9, è stato Pato. Il brasiliano era già da diverso tempo al Milan e aveva fatto bene con la maglia numero 7. Dopo aver cambiato il numero, il brasiliano, segnò solamente due reti e il suo rendimento calò in modo vertiginoso.

Nell’estate 2013, il Milan acquistò Alessandro Matri, prese la numero 9 e segnò un solo gol con prestazioni poco convincenti.

L’anno successivo Fernando Torres scelse la 9 e segnò solamente un gol, dopo di lui la prese Mattia Destro e segnò solamente 3 reti.

Nel 2015-2016 la maglia numero 9 passò a Luiz Adriano con solamente 6 gol fatti, non soddisfacendo le aspettative dei tifosi che credevano in lui.

L’anno seguente arrivò Gianluca Lapadula dal Pescara, per lui otto gol in 29 presenze ma non venne confermato la stagione seguente e il numero 9 passò ad Andrè Silva con sole due reti in Serie A, anche se ne fece otto in Europa League.

Higuain prese, al suo arrivo, il fatidico numero e, come volevasi dimostrare, l’argentino, nei sei mesi della stagione 2018-19, segnò 8 gol tra Serie A e coppe ma la sua avventura rossonera terminò anticipatamente.

La maledizione colpisce anche Piatek, il polacco all’inizio scelse il 19 ed i gol arrivarono, poi, dopo aver cambiato il numero, le cose non andarono benissimo, e la stagione successiva lasciò i rossoneri.

L’ultimo, in ordine di tempo, ad aver indossato il numero ”maledetto” è stato Mario Mandzukic. L’ex Juventus è stato travolto dalla maledizione, con i rossoneri pochissime presenze e 0 gol.

Giroud vuole riprovarci, riuscirà a sfatare il tabù?

Milan, l’arrivo di Giroud

Olivier Giroud è arrivato questa mattina, poco prima delle 9, alla clinica La Madonnina di Milano per le visite mediche.

Diversi giornalisti al suo arrivo sono riusciti a strappargli una piccola dichiarazione: “Forza Milan“. Nel pomeriggio, dopo aver superato le visite mediche, si è recato in sede per la firma sul suo nuovo contratto biennale.

Si presenterà in ritiro il 26 Luglio dopo aver terminato le ferie.

Giroud, i saluti al Chelsea

Con un post su Twitter, Olivier Giroud ha salutato la sua ex squadra:

“A tutti i Blues, ai miei compagni di squadra, a tutti i miei allenatori, a tutto il club, un enorme grazie per questi momenti speciali. Sto iniziando un nuovo viaggio con il cuore leggero e felice. Le nostre vittorie in Fa Cup, Europa League e Champions League sono state magnifiche. Con amore Oli G”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI

2 commenti su “Milan, Giroud sfida la maledizione del numero di maglia”

I commenti sono chiusi.