Repubblica – Ancora scandalo arbitri in Italia: “Truccano le partite per arrivare in Serie A”

Eugenio AbbattistaReferee during the Italian Serie A match between Sassuolo 0-0 Udinese at Mapei Stadium on November 2 , 2020 in Reggio Emilia, Italy. Noxthirdxpartyxsales PUBLICATIONxNOTxINxJPN 147818667
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non si accennano a placare le voci intorno ai fischietti italiani in tema di scandali. Stando a quanto riportato da Repubblica, siamo nello scenario della Serie B, in un contesto in cui arbitri accusano altri arbitri di essere stati “spinti” per arrivare in Serie A per il tramite di valutazioni post-gara errate.

La partita in questione è Spezia-Chievo, affidata al fischietto di Eugenio Abbattista. Tutto nasce dalla segnalazione di due ex colleghi del fischietto di Bari: parliamo di Daniele Minelli e Niccolò Baroni, fino all’anno scorso nell’organico della Serie B, dismessi dopo il 31 agosto 2020 perché nel campionato 2019-2020 hanno, semplicemente, arbitrato peggio degli altri colleghi.

Rimangono invece in B, l’ultimo della graduatoria, Ivan Robilotta (salvato dal regolamento che prevede di salvare le matricole al primo anno, anche quando arbitrano male) ed Eugenio Abbattista. Con riguardo a quest’ultimo, per il tramite dell’accesso agli atti, si scopre che, nonostante avesse superato il tetto massimo di appartenenza al ruolo, non ha avuto una dismissione per via di un rendimento eccellente, alterato, con un punteggio superiore a quello dovuto.

Il voto espresso nel referto da Riccardo Di Fiore, sulla prestazione dell’arbitro, tocca la soglia massima: 8.70 e, grazie a questo, Abbattista diviene il terzo miglior fischietto della serie cadetta. A metà gennaio del 2021, il colpo di scena: si scopre che Riccardo Di Fiore, quell’8.70 non l’ha mai espresso, ma che per quel match, gli aveva dato un 8.60, prima che intervenisse “una manina” e quel 0.10 regalato, ha permesso al fischietto di Bari di continuare ad arbitrare nella Serie B.

Spuntano le chat inoltre, dove presenti nel gruppo “Commissione CAN B”, tra gli altri, ci sono Riccardo Di Fiore, Emidio Morganti ed una terza persona non identificata. Morganti consiglia di provare ad alzare il punteggio di Abbattista mentre la terza persona dirà: “Occorre mettere 8.70 a Sacchi, Forneau e Abbattista“.