“Pronti a istanza per revoca diritti tv a DAZN”, la pesante accusa

DAZN sotto accusa per i malfunzionamenti rilevati durante la trasmissione dei match di Serie A.
La piattaforma streaming britannica si era aggiudicata il campionato italiano fino al 2024, per 840 milioni.


Dopo i gravi problemi riscontrati durante le partite Sampdoria-Napoli e Lazio-Torino, il Codacons, che dal 1986 si occupa di tutelare i consumatori, si è fatto sentire. Il presidente Carlo Rienzi ha dichiarato:

“Nonostante le rassicurazioni e gli interventi di istituzioni e politici, la situazione rimane critica e gli abbonati continuano a subire disservizi”.



In seguito al tweet di scuse di DAZN, Rienzi ha concluso: “…diffidiamo formalmente la società a indennizzare in modo automatico tutti gli utenti coinvolti nei disservizi odierni”.


La piattaforma streaming si trova quindi ora con le spalle al muro, col destino dei diritti tv della Serie A a rischio.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI