Sei qui: Home » Gossip » Paola Ferrari: “Vi racconto la mia verità su Totti e Ilary”

Paola Ferrari: “Vi racconto la mia verità su Totti e Ilary”

Francesco Totti ha festeggiato il suo compleanno nella notte fra lunedì e martedì in un locale appena fuori Roma a lui caro. Assente ovviamente la madre dei suoi figli, Ilary Blasi. Presenti Cristian e Chanel (ma assente Isabel), davanti ai quali Francesco ha baciato la nuova protagonista della vicenda, Noemi Bocchi.

Compleanno quindi, che si è rivelato un ufficializzazione del rapporto fra l’ex campione del mondo e Noemi Bocchi. La loro storia Totti l’aveva già raccontata in un’intervista al Corriere, quando accollò il primo tradimento a Ilary e venne fuori anche la vicenda secondo cui la donna fece sparire tutti i suoi Rolex. Adesso, invece, Totti si gode la sua nuova storia d’amore, tra l’altro anche approvata dai suoi figli, e questo è tutto ciò che conta per l’ex capitano della Roma.

Alla fine quella di Totti e Ilary è la stessa storia che riguarda miliardi di essere umani dall’origine dei tempi, la fama e la ricchezza non possono rendere molto diversa la sceneggiatura: passione, amore, tradimento e infine addio. Quest’ultimo spesso avviene in maniera dolorosa e non pacifica, ed anche nel caso dell’ex romanista a quanto pare non ci sarà accordo: si finirà in tribunale. Ma le cose sono andate davvero così, tutte riconducibili ai sentimenti e all’attrazione della carne? O c’è dell’altro che nessuno finora ha detto?

Totti-Ilary parla Paola Ferrari

Sullo scenario della vicenda irrompe adesso Paola Ferrari: la nota giornalista televisiva racconta una versione della storia diversa, dove centrale per capire la genesi della rottura all’interno della coppia è il pallone. Già, il calcio. La Ferrari, intervenuta a ‘La vita in diretta‘ su Rai 1, fa capire di sapere bene di cosa parla:

Volevo tornare su questa crisi cominciata anni fa. Io ne sono stata in qualche modo, non dico testimone, ma ho visto alcuni momenti. Tutto nasce quando lui lascia il calcio. Lui che ha vissuto un momento molto complicato doveva andare a Miami a giocare con Nesta, lo aveva detto anche ai figli. E poi è stata lei che in qualche modo ha voluto restare in Italia, perché lei tiene molto al suo lavoro, e fa bene perché una donna è giusto che tenga al suo lavoro, ma non gli ha lasciato quello spazio in quel momento difficile per lui. Lei è andata avanti in modo diciamo egoistico, ma anche corretto, nella sua strada e lì c’è stato l’inizio della rottura“.

Alessio Nicolosi