Type to search

SERIE A

“È un errore, il VAR non doveva intervenire!”, la spiegazione sul gol di Scamacca!

Fine della corsa, per l’Italia under 20 ai mondiali. Il sogno si interrompe alle semifinali, sul muro dell’Ucraina. 1-0, goal di Buletsa nel miglior momento degli azzurrini.

I ragazzi di Nicolato hanno anche trovato il pareggio al 92′, con l’arbitro che dopo aver consultato il VAR ha annullato la splendida rovesciata di Scamacca. Il gomito largo è costato caro all’attaccante del Sassuolo. Decisione discussa, su cui è intervenuto l’ex arbitro Luca Marelli.

Su Facebook ha scritto:

“La doppia premessa è d’obbligo:
– l’Ucraina meritava il passaggio in finale più di noi, nel primo tempo ci hanno messo sotto per gran parte della gara;
– l’espulsione del difensore dell’Ucraina è molto, molto, molto fiscale.

Detto ciò, rivisto in video il fallo di Scamacca è esattamente identico a quello che ha portato all’espulsione. Pertanto non c’è nulla da obiettare, in linea puramente teorica, sull’annullamento della rete dato che il metro (discutibile) dell’arbitro Claus, invero piuttosto modesto (troppo scolastico, ha ancora molto da migliorare) è stato il medesimo.

Poi dobbiamo vedere l’episodio. 
Claus non ha fischiato il fallo ma ha convalidato la rete. Nel momento del controllo ha portato il fischietto alla bocca dando l’impressione di voler interrompere l’azione. Ciò significa che l’arbitro era in pieno controllo dell’azione ma ha deciso di non sanzionare tecnicamente il gesto di Scamacca.

Per tal motivo è veramente complesso giudicare come legittimo l’intervento del VAR Sampaio perché molto al di fuori del protocollo: in presenza di un episodio visto e valutato, il chiaro ed evidente errore è da escludere.

Questo era un episodio da moviola, non certo da VAR.

La soluzione per uscire da questo sottile confine?
Semplicissimo: il challenge delle panchine. 
Ci arriveremo. A breve”.

Preferenze privacy