Type to search

SERIE A

Fazio: “Anche loro erano sorpresi del rigore. L’arbitro era a due metri, aveva la vista libera”

La Roma pareggia contro il Borussia Moenchengladbach in Europa League. Una vera e propria beffa per la formazione giallorossa che dopo essersi portata in vantaggio con un gol di Zaniolo, subisce un rigore negli ultimi minuti di gioco. Queste le parole di Fazio e Dzeko ai microfoni di Sky:

“Lo abbiamo visto tutti, anche loro erano sorpresi del rigore, l’arbitro aveva la vista libera, tutti hanno visto che non era rigore, lui aveva il dubbio e noi glielo abbiamo detto. Ormai siamo abituati agli episodi degli arbitri contro di noi, ci stanno facendo molti danni quest’anno, sia in casa che fuori. Contro il Cagliari c’era il Var e non ci hanno convalidato il gol. Oggi lui (l’arbitro, ndr) era due metri di fronte alla palla e ha visto bene che ha preso in faccia Smalling, non sarebbe cambiato niente col Var. Abbiamo giocato bene lottando con cattiveria, attitudine e voglia di vincere, peccato che non abbiamo potuto vincere, dobbiamo pensare alla prossima partita”.

“L’errore dell’arbitro? È un errore grave che non può succedere a questi livelli, noi ora abbiamo 5 punti e ora può succedere di tutto, se avessimo vinto era tutto più facile. Non capisco l’arbitro, si vedeva subito che Smalling ha colpito con il volto, è un errore incredibile. Io gli dicevo di guardare la faccia, gli ho consigliato di aspettare, così è inaccettabile. Per lui era chiaro rigore, poi non volevo prendere dei gialli o dei rossi, noi abbiamo ragione ma è andata così. La partita è stata sempre sotto controllo, nel secondo tempo non abbiamo rischiato nulla, abbiamo avuto delle occasioni e non abbiamo rischiato nulla e abbiamo perso 2 punti, oramai non possiamo fare niente. Come sto? Non vedo benissimo (ride, ndr) però sto bene, la testa sta bene. Non siamo in un buon momento perché è il quarto pareggio di fila, oggi dovevamo vincere anche per la fiducia ma non dobbiamo guardare indietro e solo avanti, ora c’è il Milan e dobbiamo dare tutto per vincerla. Fonseca ci ha detto che dobbiamo dare di più, a Genova non abbiamo mai rischiato qualcosa e così non si vince”.

Preferenze privacy