Ronaldinho arrestato in Paraguay: il brasiliano accusato di possesso di passaporto falso

Notizie scioccanti in arrivo dal Paraguay. Ronaldinho e suo fratello Roberto de Assis sono stati arrestati stanotte per aver utilizzato documenti falsi.

Intervenuto ai microfoni di GloboEsporte.com, il ministro degli interni del Paraguay, Euclides Acevedo, ha confermato l’inchiesta dichiarando che sia il “Gaucho” che suo fratello si siano presentati con passaporti e carte d’identità false. Da ricordare come entrambi siano privi di passaporto da quasi due anni, gli venne sottratto con l’accusa di aver commesso reati ambientali nei pressi di Porto Alegre. Sempre a GloboEsporte, il loro avvocato ha fatto sapere che siamo davanti ad un equivoco che verrà chiarito il prima possibile. Aggiornamenti live, sul Twitter del Ministero del Paraguay.

ECCO IL TWEET:

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI