CdS – La FIGC ha programmato il ritorno della Serie A: le date delle visite mediche e dei ritorni in campo

RIPRESA CAMPIONATO – Secondo quanto riportato dai colleghi de Il Corriere dello Sport, sono state fatte varie valutazioni in merito alla ripresa del campionato di Serie A, fermo ormai da tanto tempo a causa dell’emergenza Coronavirus.

Dopo l’ipotesi 4 maggio, c’è un’altra possibilità tenuta in considerazione dalla FIGC per riprendere ufficialmente il campionato italiano. Si tratta di domenica 31 maggio, proprio quel giorno infatti, se la pandemia dovesse concederlo, potrà finalmente ripartire la Serie A. All’interno della Lega c’è anche chi è speranzoso di tornare sui terreni di gioco entro il 24 maggio, ipotesi valida anche per cominciare a recuperare le gare della 25a giornata.

Ovviamente con così tanti giorni da aspettare non si hanno certezze di nessun tipo, è però sicuramente partita l’operazione che ha come obiettivo quella di far concludere il campionato, interrotto a causa dell’emergenza Coronavirus. Sono già tante le date fattibili da cui si potrà tentare di ricominciare, quello che si attende è solo qualche buona notizia per poter tornare alla normalità.

Di base c’è l’assoluta volontà di voler ripartire, e qualora non dovessero esserci i presupposti per tornare in campo il 31 maggio, si farà comunque qualsiasi cosa per mettere un punto a questa stagione, anche se si dovesse scegliere una data più lontana. Ora si attende anche una deroga in cui le società attendono la disponibilità a poter convocare una settimana prima i loro calciatori, così da poter effettuare le dovute visite mediche. La data ipotizzata potrebbe essere quella del 27 aprile, occorrerà però individuare strutture adatte che garantiranno la dovuta sicurezza per poter svolgere qualsiasi tipo di operazione associata alla visita di ciascun calciatore di ogni squadra di Serie A.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI