Ansa – In Olanda i tifosi sono pronti a tornare allo stadio: ci sarà però un limite da rispettare

L’Olanda è stata il primo campionato d’Europa a fermarsi definitivamente a causa del Covid-19 ed è il primo a stabilire il ritorno dei tifosi allo stadio. Anche se con regole particolari. Regole particolari che sono state spiegate, addirittura, dal premier Mark Rutte, durante una conferenza stampa.

Come riportato dall’Ansa, da settembre, alla ripresa del prossimo campionato, gli stadi saranno aperti al pubblico ma con una capienza ridotta a un terzo per assicurare il distanziamento sociale, e con un divieto particolare: quello dei canti a sostegno della squadra. Ecco le parole del premier olandese, Rutte:

Se negli stadi si canta, allora è semplice, si richiudono. Se urli o canti rumorosamente, le possibilità di diffusione del virus sono molto alte. So che sembra terribile, ma tutte le ricerche dimostrano che in situazioni come questa il virus si trasmette rapidamente”.

La Eredivisie dovrebbe ricominciare il prossimo 12 settembre e, se non cambierà nulla, i tifosi non potranno intonare i soliti cori da stadio.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI