Euro 2021, a rischio le partite in Italia: Gravina scrive a Draghi

L’Italia rischia seriamente di perdere le partite di Euro 2021 poiché non ha ancora garantito la riapertura dello Stadio Olimpico. La UEFA, infatti, chiede almeno il 25% di pubblico sugli spalti. Attualmente, il Governo ha dato l’ok, ma il Comitato Tecnico Scientifico ha bloccato tutto e si è preso ulteriore tempo per decidere. La UEFA però aspetterà fino a lunedì 19 aprile: se l’Italia non dovesse dare l’ok definitivo, si sceglierà un nuovo paese per ospitare alcune gare del prossimo Europeo.

Intanto, il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha scritto una lettera al presidente del Consiglio, Mario Draghi, in cui gli chiede “di adoperarsi affinché la UEFA possa confermare l’assegnazione dell’evento inaugurale dell’Europeo e delle successive gare previste nel nostro Paese”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI