Lite Antognoni-Sconcerti, l’ex viola: “Si sciacqui le p***e se le ha ancora”

Scambio di battute tra la bandiera della Fiorentina, Giancarlo Antognoni e il noto giornalista Mario Sconcerti. L’ex direttore del Corriere dello Sport ha esordito così: “Antognoni parli, ci spieghi il suo sdegno. Perché si fa trattare così? Perché a 67 anni non dice cosa succede? Lasciate che si difenda da solo, senza media o terze persone.

Non chiediamo agli altri di dire cosa deve fare se vogliamo che continui ad avere un ruolo nella Fiorentina. Sia libero, ha una trattativa privata con la società. Se i fiorentini pensano che debba essere pagato dal club solo perché è una bandiera, che paghino loro una tassa”.

Non si è fatta attendere la risposta di Antognoni, il quale ha dichiarato: “Non ne vale la pena ma gli rispondo. Voglio far capire al “fenomeno” che negli ultimi 5 anni e mezzo ho fatto il club manager, presente ogni giorno tra allenamenti, partite e ritiri, rappresentavo la società. Commisso mi ha confermato il contratto dandomi in più la mansione di technical manager. Non sono solo una bandiera, lavoro. Non sto fermo.

Mentre lui si sciacquava le palle, sempre che le abbia ancora, io ero presente per la Fiorentina. Che lo intestino a lui lo stadio, io sono ancora attivo. Di solito si intitolano ai morti, lui ci è più vicino di me. Brutta bestia l’invidia, viene a fare la morale sui soldi a me e durante il fallimento ha pure chiesto gli stipendi. Ho avuto uno scontro già vent’anni fa, quando mi dimisi”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI