Gollini: “Avevo proposte dall’Italia, ma ho scelto gli Spurs”

In un tweet Fabrizio Romano ha riportato le parole dell’ormai nuovo portiere del Tottenham Pierluigi Gollini:

Gollini-Tottenham, una scelta per riprendersi il posto in Nazionale

L’Atalanta ha ceduto in prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni Gollini al Tottenham. L’affare si aggirerebbe su i 17-19 milioni di euro che saranno spalmati in un biennio se il diritto diventerà obbligo, possibilità che ci sarebbe se il portiere di Poggio Renatico superasse le 20 partite stagionali.

Le scelte del portiere di tornare nella terra che lo ha cresciuto, da ricordare il suo passato nelle giovanili del Manchester United, possono essere diverse. Naturalmente fra le più accreditate vi è quella che Gollini voglia potersi giocare chance maggiori nel tentativo di convincere Roberto Mancini a convocarlo in Nazionale per i prossimi mondiali di calcio a Qatar.

LEGGI ANCHE: Tottenham scatenato sul mercato, ma lui vuole restare in giallorosso

Gollini Atalanta, partenza “programmata” o lite con Gasperini?

Prima della partenza da Linate l’ex portiere atalantino ha parlato della sua esperienza atalantina e del suo ormai ex allenatore Gian Piero Gasperini. Su Bergamo il classe 1995 di Poggio Renatico ha detto: Sono molto felice, difficile lasciare la mia seconda casa, ringrazio Bergamo e i tifosi, mi sono sentito molto amato e quello che abbiamo fatto resterà nella storia“. Invece, sul suo ex mister ha preferito dire solo “ci sarà tempo poi per parlare di tutto“. Naturalmente risposta che ha messo un po’ di dubbi sulla cessione del portiere, soprattutto per il ricordo della lite Papu Gomez-Gasperini.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI