Milan, Gazidis dopo la diagnosi del tumore ringrazia i tifosi: le sue parole

Milan, Gazidis torna a parlare giorni dopo l’annuncio del tumore: per l’amministratore delegato nel Milan parole di speranza e di ringraziamento per i propri tifosi.

Qualche giorno fa il Milan, attraverso i propri canali social, aveva fatto sapere che l’AD Ivan Gazidis, a seguito di una visita di routine, era venuto a conoscenza di essere vittima di un carcinoma alla gola.

Sui social, sono stati tantissimi i tifosi, di qualunque squadra, che hanno rivolto parole di incoraggiamento e di vicinanza nei confronti del dirigente sudafricano. Messaggi anche repostati dall’account ufficiale della società.

Oggi, attraverso il canale tv rossonero, è tornato a parlare. Le sue parole sono per tutti coloro che in questi giorni hanno dedicato un momento della propria giornata per mandargli un messaggio di speranza.

L’annuncio

Qualche giorno fa, il Milan annunciava la diagnosi di un tumore alla gola per il proprio ad.

Questa la nota del club rossonero:

 “AC Milan informa tutti i propri sostenitori e gli stakeholder del Club, che al nostro amministratore delegato, Ivan Gazidis, è stato diagnosticato un carcinoma alla gola. Sulla base di una vasta serie di test e accertamenti clinici, prontamente effettuati, i medici prevedono che si riprenderà completamente. Ivan rimarrà operativo durante le necessarie cure in cliniche specializzate, con il pieno sostegno della proprietà, del Presidente Scaroni e del Management del Club”.

Le parole di Gazidis

L’amministratore delegato del Milan è tornato a parlare oggi tramite i canali telematici rossoneri.

Queste le sue dichiarazioni:

“Sto benissimo, sto lavorando durante il giorno. Sto facendo alcuni esami per iniziare la terapia. Starò bene, e non vedo l’ora di tornare al Milan. È importante che la squadra stia crescendo. Sono rimasto senza parole per tutti i messaggi di affetto, soprattutto dai tifosi, dalla Curva Sud che ha fatto una cosa bellissima, dai club e dai piccoli azionisti. Mi dà forza. È come se fossi un giocatore a San Siro, un sentimento così non esiste nel mondo. Non vedo l’ora di vedere i tifosi allo stadio. Devo ringraziare lo staff medico del club, in particolare Stefano Mazzoni, anche i medici e le infermiere del CDI che mi hanno diagnosticato il cancro. Sono pronto per questa sfida. Abbiamo una squadra fortissima sia sul campo che fuori. Il club non molla. Questa stagione sarà importante per noi, sia nel maschile che nel femminile. Grazie a tutti e ‘Forza Milan’!”.

LEGGI ANCHE: Milan, Castillejo può partire: 4 club al tavolo delle pretendenti!

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI