Mercato Fiorentina, si complica Berardi ma restano vive due piste

Meno di 48 ore alla fine del calciomercato e la Fiorentina, dopo aver ottenuto i primi punti del suo campionato nella sfida interna col Torino, va alla ricerca delle ultime pedine da inserire nella squadra. Un colpo, due al massimo, per una priorità che viene data al reparto offensivo. Il nome sulla bocca di tutti è quello di Domenico Berardi. L’esterno classe ’94 ha chiesto la cessione, ma i neroverdi non intendono perdere tanto facilmente il loro uomo-simbolo e capitano e chiedono almeno 35 milioni di euro: la Fiorentina è al lavoro, oltre che per abbassare le pretese più possibile, per intavolare un pagamento dilazionato, sulla scia del trasferimento di Locatelli alla Juventus.

Nel caso Berardi dovesse rivelarsi davvero irraggiungibile, il focus si sposterebbe su Junior Messias. Il 30enne del Crotone ha almeno due punti di forza: un costo decisamente più contenuto, anche rispetto ad un altro oggetto del desiderio quale Riccardo Orsolini, e la capacità di interpretare numerosi ruoli, dalla mezzala offensiva di un centrocampo a tre fino appunto all’esterno d’attacco arrivando persino ad un ipotetico utilizzo da vice-Vlahovic.