Fifa apre l’indagine: Brasile e Argentina sotto accusa

La sospensione della partita, valida per le qualificazione a Qatar 2022, tra Brasile e Argentina, ha portato la Fifa ad aprire un’indagine su entrambe le Federazioni. Dopo solo sei minuti dal fischio d’inizio hanno fatto ingresso in campo le autorità sanitarie brasiliane. La causa è la presenza di quattro giocatori argentini che avrebbero violato le normative anti-Covid. La legge brasiliana prevede che chiunque arrivi dall’Inghilterra debba fare una quarantena obbligatoria, per questo l’Anvisa (l’Agenzia Nazionale di Vigilanza Sanitaria)ha dovuto interrompere il match e portare via i giocatori incriminati.

Si tratta di Romero e Lo Celso, del Tottenham, che avrebbero viaggiato senza il permesso del club e Martinez e Buendia, dell’Aston Villa. Il club ha consegnato il duo alla nazionale argentina nonostante la decisione della Premier League: è vietato ai giocatori recarsi nei paesi inseriti nella lista rossa dal governo britannico.

Questo evento ha portato la Fifa ad aprire un’indagine che riguarda sia Argentina che Brasile, come ha confermato in un comunicato:

“Un’indagine è stata aperta e riguarda entrambe le federazioni. A seguito dell’analisi dei report ufficiali sulla partita possiamo confermare che il procedimento disciplinare aperto riguarda tutte e due le federazioni. Alle due squadre è stato chiesto di fornire ulteriori informazioni che saranno prese in attento esame dalla Commissione Disciplinare”.

LEGGI ANCHE: Caso tamponi Lazio, l’esito della sentenza!

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI

Un commento su “Fifa apre l’indagine: Brasile e Argentina sotto accusa”

I commenti sono chiusi.