Juventus, Kean: “Deve dimostrare ancora tanto”

Moise Kean è tornato ad indossare la maglia bianconera. Un ritorno di fiamma che potrebbe sancire il futuro del giovane come punto di riferimento dell’attacco della Juventus, insieme a Dybala. A parlare d lui è stato Rolando Bianchi, che è intervenuto in diretta su Calciomercato.it TV. L’ex attaccante del Torino ha usato parole pesanti per descrivere le qualità del giovane.

“Contro la Lituania io preferisco Raspadori, perché va visto in determinate circostanze e ha qualità importanti. È un bel banco di prova. Kean è un buon attaccante, ma finora le squadre in cui ha giocato non se le è meritate, deve dimostrare ancora tanto, sia a livello realizzativo che di gioco per arrivare ai top club. Ci vuole tempo. Poi sostituire Ronaldo non sarà ovviamente facile, essere accostato a lui come successore è pesante. Va lasciato tranquillo. Nel Paris Saint-Germain ha avuto buoni numeri, ma giocando sempre all’attacco e con grandi campioni. Deve ancora dimostrare di essere da top club, dando continuità di rendimento come sta facendo ad esempio Haaland. Non è sicuramente a quel livello”.

Bianchi parlando della Nazionale Azzurra ha commentato il caso Immobile:

“Non parlerei di caso Immobile. Fa tanti gol in campionato, la Nazionale gioca in un modo che non lo sfrutta al meglio. Non gli metterei la croce addosso. Qualche problematica c’è nel costruire per l’attaccante, ma non nelle loro qualità. Non sono degli attaccanti top, però sono sicuramente degli ottimi giocatori. Immobile negli anni ha dimostrato grande continuità ed è il principale candidato come cannoniere. Anche Vlahovic potrà fare una grandissima stagione, poi ci saranno i giocatori più maturi come Ibrahimovic e Giroud. Sarà ancora un bel campionato anche a livello realizzativo”.

Non poteva mancare un commento sul mercato dell’Inter:

“Ha fatto due ottimi acquisti. È normale che sostituire Lukaku è difficile, fa reparto da solo. A me Dzeko piace tantissimo, però è in là con gli anni e bisognerà capire come starà a livello fisico. Correa è un acquisto importante, che Inzaghi conosce già, potranno sostituirlo sicuramente anche se Lukaku è una perdita pesante”.

LEGGI ANCHE: Al-Khelaifi: ecco perché ha rifiutato 180 milioni

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI

Un commento su “Juventus, Kean: “Deve dimostrare ancora tanto””

I commenti sono chiusi.