Salerno è già pazza di Ribery, boom nel marketing del club granata

Oltre mille persone alla stazione per salutare la squadra prima della partenza per Bologna, 1500 al Dall’Ara, 15000 biglietti venduti in 5 ore per la sfida con la Roma, sold out anche a Torino. Che a Salerno sia esploso l’entusiasmo dopo anni di totale distacco era assolutamente evidente già nelle settimane precedenti. Se poi aggiungiamo il più grande colpo della storia granata ovvero Frank Ribery, presentato in grande stile all’Arechi a cospetto di 4000 persone letteralmente in estasi.

Boom di acquisti della maglia del francese sia negli store di Salerno, che nello shop online della Salernitana. Grazie a questa operazione di mercato, il marchio Salernitana è sempre più gettonato. Basti pensare a quanti giornali di livello mondiale abbiano dedicato ampio spazio alla città, alla sua provincia, alla squadra, alle coreografie dell’Arechi.

Ci saranno altri colpi? Ufficialmente no. Tutti i dirigenti ritengono che il mercato sia chiuso e qualcosa potrebbe cambiare solo se la Procura Federale desse l’ok per depositare il contratto di Gondo sottoscritto lo scorso primo settembre. Nicolas Viola resta, per ora, un sogno proibito così come Musacchio e David Luiz che, in prima persona, ha smentito sui social voci di un imminente trasferimento a Salerno. A gennaio saranno valutate le posizioni di Aya, Schiavone e forse Bogdan, mentre Milan Djuric è ad un passo dal rinnovo fino a giugno 2023.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI