Cagliari, parla Giulini: “Sono fiducioso per il futuro, la rosa è di valore”

Dopo la bruciante sconfitta casalinga, rimediata ieri dal Cagliari per mano del Genoa, il patron dei sardi Tommaso Giulini ha rilasciato un intervista ai microfoni di Videolina Sport. Vari i temi trattati dal presidente, a partire da Nainggolan, passando per il caso Nandez.

Queste le sue dichiarazioni riguardo l’inizio del campionato e il possibile cambio in panchina:

“In queste tre partite non sono arrivati i risultati che volevamo, in particolare in casa. Ma sono fiducioso che le cose andranno bene, la rosa è di valore. Ci vuole un po’ di ottimismo. Semplici via? Troppo facile addossare le colpe per il punto in queste tre partite. Non ci siamo parlati, meglio non farlo a caldo dopo una partita del genere. Gli animi a fine partita non erano dei più sereni”.

Giulini si è poi detto soddisfatto del lavoro svolto da Capozucca durante il mercato estivo:

“Determinate operazioni erano subordinate alla cessione dei nostri pezzi grossi. In particolare Nandez e Cragno se fossero arrivate offerte all’altezza. L’operazione Keita è nata tre giorni prima, ma non è trapelata grazie al giocatore e al procuratore. C’era anche la pista Scamacca ma noi eravamo convinti che, anche per caratteristiche, lui ci avrebbe dato qualcosa in più”.

Infine, parole al miele per il difensore Andrea Carboni, sardo DOC e fresco di convocazione con l’Italia U21:

“Credo abbia fatto una buona partita. Si deve migliorare ma è di esempio per i ragazzi sotto che possono prendere esempio d’Andrea. Lui è un titolare del Cagliari, io penso che ne possano arrivare altri con la sua mentalità. È saggio e già un valore aggiunto nello spogliatoio. Non dovrei farli troppi complimenti ma faccio fatica a trovarli un difetto”.

LEGGI ANCHE: Dal Pino: “Situazione non più sostenibile, serve il 100% della capienza”

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI