Salernitana, Castori si gioca tutto in 90 minuti

La dirigenza della Salernitana in queste ultime ore sta discutendo del futuro di Castori sulla panchina granata. Squadra non all’altezza della categoria o allenatore che depotenzia il valore dei singoli con un sistema di gioco difensivo, rinunciatario e con poche idee? La Salernitana pratica un calcio vecchio e di facile lettura, tutte le avversarie danno l’impressione di aspettare un tempo per poi dilagare nella ripresa e si prendono gol quasi senza opporre resistenza. All’orizzonte c’è l’Atalanta e Salerno, che ha risposto in modo egregio, aspetta segnali. La piazza sta garantendo numeri strabilianti e, dopo i sold out con Bologna, Roma e Torino e l’accoglienza in grande stile per Ribery, riempirà lo stadio pure sabato sera in 14000 persone. La sensazione però è che se sabato dovesse arrivare un’altra sconfitta (la quarta consecutiva) per Castori significherebbe esonero; con Maran già pronto a sostituirlo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI