Addio in casa Bologna: saluta il club dopo due anni e mezzo

La notizia è di qualche minuto fa: le strade di Walter Sabatini e del Bologna si separano. Con un comunicato ufficiale, il club emiliano rende noto che il dirigente non sarà più il coordinatore tecnico del Bologna e del CF Montreal. Una decisione importante, sulla quale chissà che non abbia influito la frase pronunciata dall’ex Roma, nel post partita contro l’Empoli: “È stata costruita una squadra a c…”.

Probabilmente tra le motivazioni dell’addio, la mancata possibilità di allestire una rosa all’altezza e permettere alla squadra di migliorarsi. Più volte il dirigente aveva espresso il desiderio di vedere il Bologna nella parte sinistra della classifica. Tuttavia la situazione, anche a causa della pandemia, è rimasta invariata, fino alla rottura odierna.

Il presidente rossoblù Joey Saputo ringrazia Sabatini e lo saluta dopo due anni e mezzo passati insieme. Queste le sue parole:

“Ringrazio Walter per il lavoro svolto in questi anni e per il prezioso contributo di idee che ha dato ai due Club anche nella fase iniziale del processo di condivisione di strategie e metodologie di lavoro. Ho conosciuto una persona di grande spessore umano, professionale e intellettuale: gli auguro le migliori fortune per il futuro”.

LEGGI ANCHE: Inter, buone notizie per Inzaghi: due recuperi per lo Shakhtar 

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI