“Allegri in confusione? Aspetterei prima di dirlo”, le parole del noto giornalista

Francesco Repice, intervistato ai microfoni de Il diabolico e il divino in onda su New Sound Level 90.0 FM, ha parlato della situazione della Juventus e di Massimiliano Allegri:

“Io aspetterei prima di etichettare in questa maniera la situazione. Sta cercando di far capire a tutti cosa significhi stare alla Juventus. Se ci riesce, e io credo che ci riuscirà, poi la situazione si ribalta. Io tendo a fidarmi di quegli allenatori che nella loro storia hanno vinto e hanno riempito la propria bacheca e il proprio curriculum più che fidarmi di chi mi parla di filosofia. Gli errori poi si possono fare, ma l’allenatore più bravo, come dice Allegri, è quello che fa meno danni e facilita le cose alla propria squadra”

Inoltre, ha parlato del Napoli spumeggiante di Luciano Spalletti:

“Non mi sta stupendo perché probabilmente in campo è il migliore di tutti, sa creare calcio senza inventarsi nulla di particolare, imposta molto il gioco sui duelli uno contro uno. Poi c’è la gestione complessiva e la comunicazione che sono un po’ complicate e lui lì ha qualche pecca. Quando si gioca con compagni di squadra forti quello che serve è l’armonia, la fluidità, e l’allenatore non deve fare nulla di diverso se non contribuire a rendere la manovra della squadra più rapida e qualitativa”

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE: “Osimhen ed Insigne devastanti, segnano contro il mondo!”, le parole del noto giornalista

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI