Mondiale ogni 2 anni, Wenger: “i top player sono con me”

Arsene Wenger è tornato a parlare della sua volontà di voler disputare i mondiali di calcio ogni due anni:  “I giocatori sono con me. Voglio raggruppare le qualificazioni in una o due finestre internzionali e lasciare per il resto della stagioni i giocatori coi loro club”. Una competizione come Mondiale o Europeo all’anno, di fatto, spiega che la differenza tra questa idea e la Superlega è che il suo obiettivo è creare non un circolo chiuso ed esclusivo ma inclusivo, dando possibilità a tutti i paesi. ”Può rendere felici tutti e tradizione non vuol dire rimanere immobili”.

Spiega Wenger che “abbiano consultato un certo numero di top player e so che preferirebbero disputare più partite importanti”. Dice che da tecnico di club “avrei firmato subito” e che “i ct avrebbero condizioni migliori per lavorare e sviluppare la squadra”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI