Adani è sicuro: “Faranno la differenza per un motivo”

Oggi, alle ore 18:00, Inter e Napoli si affronteranno al “Giuseppe Meazza” per il primo dei quattro posticipi che chiuderanno la tredicesima giornata di Serie A. Questo sarà il big match della domenica e, per l’occasione, La Gazzetta dello Sport ha provato a rappresentare la partita attraverso Lele Adani.

L’ex difensore dell’Inter ha illustrato un’analisi ben definita individuando almeno tre duelli chiave, su cui potrebbe decidersi la gara; il primo riguarda quello che contrapporrà Brozović e Fabián Ruiz. Il secondo riguarderà quello tra Barella e Zieliński; l’ultimo mette di fronte Lautaro Martínez e Insigne.

Su Brozović e Fabián Ruiz Da Brozović vorrei che oscurasse i passaggi per Osimhen e poi che mandasse fuori tempo la pressione del Napoli con giocate precise. A Fabián chiederei di fare molto bene la prima uscita da dietro e poi di seguire, come fa spesso, l’azione anche nella trequarti avversaria per rifinire o concludere“.

Su Barella e Zieliński – L’Inter ha bisogno di capire come sta Barella, che è imprescindibile anche per il senso di sacrificio. Quando gioca, Barella trasmette entusiasmo. E se è al top fisicamente diventa anche più forte tecnicamente. Zieliński è il contrario: molto forte tecnicamente: usa destro e sinistro, ma deve essere un po’ trascinato“.

Inter-Napoli, Insigne, Barella
Inter-Napoli, Insigne, Barella

Su Lautaro Martínez e Insigne – “Scelgo due giocatori sotto pressione: nell’Inter Lautaro, che non segna da un po’, e nel Napoli Insigne, che non è stato bravo in Nazionale ma può fare la differenza a San Siro.

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI