Allegri: “Occhio a non diventare presuntuosi. Rugani? Un ragazzo che merita”

È finito in parità, ma a reti inviolate, il big match della ventitreesima giornata tra Milan e Juventus.

Dopo il fischio finale del direttore di gara, il tecnico bianconero è intervenuto ai microfoni di Dazn per commentare la prestazione dei suoi ragazzi, autori, a suo dire, di una buona gara.

IL PAREGGIO – “Stasera è stata una bella partita, era importante chiudere gennaio nel migliore dei modi. Negli ultimi venticinque-trenta metri bisogna essere più lucidi nell’ultimo passaggio. Il pari è giusto, noi abbiamo fatto meglio nel secondo tempo, mentre nel primo potevamo sfruttare meglio il campo aperto. Sono contento perchè i ragazzi stanno giocando più da squadra“.

LA CRESCITA DELLA SQUADRA – “Abbiamo ereditato la squadra con Locatelli dentro e un Ronaldo in meno, i ragazzi sono cresciuti in autostima. Su 12 partite per 8 volte non abbiamo subito gol, nelle ultime partite abbiamo fatto quattro gol a Roma e quattro in Coppa Italia. Crescerà la condizione di Dybala, Morata troverà più gol, Kean ci darà una mano. Non bisogna perdere lo spirito di squadra sennò diventiamo presuntuosi e possiamo perdere con chiunque. Sono contento perché in questo momento abbiamo recuperato tanti punti“.

Juventus, Allegri, Serie A

RUGANI – “Lui è un bravissimo giocatore, l’ho trovato dopo due anni con più serenità e personalità. Si mette a disposizione e credo che i giocatori quando hanno fiducia dell’allenatore possono rendere al meglio. Rugani ha fatto una partita straordinaria, indipendentemente da Chiellini che ha gestito e fatto una grande partita. Sono molto contento per lui perchè un ragazzo che merita“.

DYBALA – “Ha fatto una buona partita, ci ha dato una mano anche se questo campo lo ha un po’ penalizzato come a tutti i giocatori tecnici“.

L’ASSENZA DI CHIESA – “Federico è un giocatore che strappa ed è importante all’interno di una rosa. Lui è un giocatore che ci manca. Abbiamo una rosa importante, dobbiamo andare avanti e cercare di ottenere il massimo dei risultati“.

LE PROSSIME PARTITE – “Stasera poteva succedere di tutto. A febbraio abbiamo il Verona e tre squadre che giocano allo stesso modo: il Verona, l’Atalanta e il Torino. Alla fine del mese vedremo“.

Gabriella Ricci

Siamo su Google News: tutte le news sul Calcio Italiano CLICCA QUI