Sei qui: Home » Serie A » Fiorentina » Conference League, Italiano: “Il nostro obiettivo è chiaro”, poi la risposta sulle critiche a Jovic

Conference League, Italiano: “Il nostro obiettivo è chiaro”, poi la risposta sulle critiche a Jovic

Oggi si è tenuta la conferenza stampa di Vincenzo Italiano in vista di Fiorentina-RFS Riga. Di seguito gli estratti più importanti.

Vincenzo Italiano, allenatore Fiorentina

Terracciano sarà il titolare in campionato mentre Gollini avrà più spazio in Europa?
“Abbiamo due portieri di grande affidabilità ma domani giocherà Gollini. Terracciano è avanti perché gioca con noi già da un anno”.

Il rigore sbagliato da Jovic contro la Juve può cambiare le gerarchie?
“Sapete come la penso sui rigori, abbiamo tre o quattro ottimi giocatori che sanno calciarli ma un solo errore non può influire sul futuro. Non bisogna massacrare chi sbaglia”.

Ci sarà qualche cambio tattico? Cosa teme dell’RFS?
“Abbiamo cambiato qualcosa già nelle ultime partite. Potremmo dover andare con maggiore pressione fisica in attacco. Abbiamo visto tante partite dell’RFS ma non lo conosciamo benissimo, mi aspetto di tutto. Punteremo sulle nostre qualità, non sottovalutiamo nessuno”.

Come sta Nico Gonzales e come mai avete escluso Benassi dalla lista UEFA?
Nico è stato provato in allenamento, vediamo come risponderà ma sicuramente sarà a disposizione per domani. Per quanto riguarda Benassi, purtroppo qualcuno andava escluso ed è stato un dispiacere enorme. Dovevamo fare delle scelte e lui si è comportato da grande professionista“.

Qual’è l’obiettivo della Fiorentina in Conference League?
“Dobbiamo onorare la competizione perché l’abbiamo ottenuta col sudore. Diventa difficile con l’arrivo delle squadre dall’Europa League, a quel punto si tratta di un dentro-fuori. I nuovi impegni per noi sono una novità ma cercheremo di abituarci”.

Atalanta modello da seguire?
“Hanno fatto un percorso straordinario in queste stagioni, ma non ci hanno messo due minuti. Sono sicuramente un esempio, vogliamo fare bene in tante competizioni”.

di Marco Gioviale