Sei qui: Home » News sul Calcio » Milan, la situazione in porta: si guarda in Serie A per il nuovo vice-Maignan

Milan, la situazione in porta: si guarda in Serie A per il nuovo vice-Maignan

Il recente infortunio di Mike Maignan, rimediato con la maglia della nazionale francese durante un impegno in Nations League, ha creato sicuramente grande apprensione in casa Milan. La lesione del muscolo gemello mediale del polpaccio sinistro terrà l’ex-Lille lontano dal campo per circa 4 settimane, costringendo chiaramente i rossoneri ad affidarsi ad Antonio Mirante e soprattutto Ciprian Tatarusanu per i prossimi impegni, tra cui spiccano la doppia sfida con il Chelsea in Champions League e il big-match in campionato contro la Juventus.

Due portieri di indubbia esperienza e massima professionalità dentro e fuori dal campo, che però sarebbero al momento in dubbio per la prossima stagione; il club rossonero infatti sembrerebbe non intenzionato a prolungare il rapporto con i due estremi difensori e starebbe iniziando a guardarsi intorno alla ricerca di un nuovo vice-Maignan per gli anni a venire.

Pietro Terracciano
Terracciano Milan Fiorentina

Per sostituire gli eventuali addii dell’ex Roma e del portiere rumeno, Maldini&Massara starebbero pensando di promuovere un portiere della primavera d’Ignazio Abate, e di trovare un italiano di esperienza che possa inoltre tornare utile per la questione delle liste. I due nomi su cui si starebbe concentrando il Milan al momento sembrerebbero esser quelli di Marco Sportiello e Pietro Terracciano.

Il primo, verso la scadenza del proprio contratto con l’Atalanta di Gasperini, sarebbe un colpo facilitato anche dall’ottimo rapporto tra il suo entourage ed il club rossonero. IL secondo, come l’atalantino verso la scadenza nella prossima estate, avrebbe chiesto un ingaggio di circa 1 milione di euro alla Fiorentina rispetto ai 300mila euro percepiti e la sua permanenza sembrerebbe al momento complicata. Seguiranno aggiornamenti in merito al nuovo e possibile sostituto di Mike Maignan.

Nicolò Novara