Sei qui: Home » Calcio Internazionale » Juventus-Maccabi, infortunio per Milik: Allegri svela le sue condizioni in conferenza

Juventus-Maccabi, infortunio per Milik: Allegri svela le sue condizioni in conferenza

Poco fa si è conclusa la conferenza stampa di Massimiliano Allegri in vista del match di domani contro il Maccabi Haifa. La Juventus è chiamata a centrare la prima vittoria in questa edizione della Champions League se vuole tenere vive le speranze di qualificazione per la fase a eliminazione diretta della competizione.

Il doppio scontro contro gli israeliani, prima a Torino e poi a Haifa, sarà fondamentale per accorciare le distanze dal duo in testa costituito da PSG e Benfica, al momento a punteggio pieno. L’avversario sembra abbordabile, ma il tecnico ha voluto mantenere alta la concentrazione dei suoi giocatori per evitare spiacevoli sorprese.

I bianconeri dovranno ancora fare a meno di Pogba e Chiesa, con quest’ultimo tornato ad allenarsi in gruppo dopo l’infortunio. Alla lista degli indisponibili potrebbe aggiungersi anche Milik: il polacco, uno degli attaccanti più in forma del campionato, ha avuto qualche problemino nella giornata di ieri e ha saltato l’allenamento odierno con i compagni. È molto difficile, dunque, che Allegri decida di rischiarlo visto il big match di sabato prossimo contro il Milan.

Massimiliano Allegri – Juventus -Champions League

Queste le dichiarazioni rilasciate dal tecnico bianconero durante la conferenza stampa:

Che Juve vedremo? Ci sarà qualche cambiamento rispetto al Bologna. Abbiamo tante partite ravvicinate, avendo tanti giocatori posso ruotarli anche all’interno della partita“.

Difesa? Devo ancora decidere la formazione, non so se sarà a tre o a quattro. L’importante è che la squadra prosegua con quello che è stato fatto sabato“.

Come carico i giocatori? Bisogna giocare una partita normale, mettersi al servizio della squadra“.

Milik? Domani sarà a disposizione, verrà in panchina sperando di non doverlo usare, ha un leggero affaticamento“.

Il loro digiuno può essere un fattore? Assolutamente no, per batterli domani bisognerà fare una partita di livello, bisogna avere massimo rispetto, hanno fatto grandi prestazioni“.

McKennie? Non so se giocherà domani, dipende dalle scelte che farò a centrocampo“.

Ottimista per il passaggio del turno? Mi sono sempre qualificato agli ottavi, mai partiti così male. Il primo anno però alla Juventus rischiammo contro l’Olympiakos. Finché la matematica non ci condanna noi dobbiamo fare il massimo, domani serve mettere un mattoncino“.

Di Maria? Sta molto meglio, ha avuto tempo per allenarsi, domani farà un’ottima partita“.

Due punte Di Maria-Vlahovic? Magari giocheremo con un modulo diverso se metto loro due“.

Chiesa? Sono molto contento del suo rientro con la squadra, dopo nove mesi. Speriamo di averlo il prima possibile, lo valuteremo giorno dopo giorno. Poi organizzeremo una partite amichevole come test definitivo

Benfica o PSG? Nel calcio non si sa mai, noi dobbiamo lavorare su noi stessi. Se non battiamo il Maccabi inutile pensarci“.

Gara più importante della stagione? Non si sa, magari lo sarà tra 1 mese. In questo momento è la più importante, perché è la più vicina“.

Volevo fare un saluto a Gonzalo Higuain, vederlo giocare era un piacere. Gli faccio un grande in bocca al lupo e lo ringrazio per le sue giocate“.

FEDERICO LUIGI DI MINGO