Sei qui: Home » News sul Calcio » Forbes, i calciatori più pagati del mondo: sorpasso in vetta!

Forbes, i calciatori più pagati del mondo: sorpasso in vetta!

Nel 2018 Cristiano Ronaldo e Messi hanno superato i 100 milioni di guadagni annuali. Già al tempo sembrava una cifra folle, giustificata dal fatto che entrambi fossero all’apice della carriera. Tuttavia quota 100, se così vogliamo chiamarla, è ormai svanita come tetto irraggiungibile.

Inoltre c’è da notare come la gerarchia in vetta sia cambiata: non è più la coppia marziana a guidare questa classifica. Il primato è ora di Kylian Mbappe. Fa impressione notare come l’attaccante del PSG sia arrivato in testa alla graduatoria ad appena 23 anni. In più il francese ha raggiunto la cifra annuale di 131 milioni di euro, al netto di tasse e commissioni.

FOTO: Getty – Mbappe-stipendio-PSG

Per fare un paragone, Messi e CR7 avevano raggiunto quota 100 a 30 anni. La fortuna di Mbappe è da ricercarsi nel contratto monstre offertogli dal PSG di Al-Khelaifi. PSG che monopolizza la parte della classifica con tre giocatori nelle prime quattro posizioni: primo Mbappe (131 milioni), secondo Messi (123 milioni) e quarto Neymar (87 milioni).

Solo Ronaldo è stato in grado di interrompere l’egemonia parigina ai piani alti, grazie ai suoi 100 milioni annui. Tra l’altro il portoghese è il giocatore con i guadagni maggiori provenienti dal mondo extra calcistico. Insomma tutti numeri da capogiro, figli di un sistema sempre più inflazionato.

La Top Ten:

  • Mbappe (PSG) – 131 milioni di euro
  • Messi (PSG) – 123 milioni di euro
  • Cristiano Ronaldo (Manchester United) – 100 milioni di euro
  • Neymar (PSG) – 87 milioni di euro
  • Salah (Liverpool) – 54,3 milioni di euro
  • Haaland (Manchester City) – 40 milioni di euro
  • Lewandowski (Barcellona) – 36 milioni di euro
  • Hazard (Real Madrid) – 31 milioni di euro
  • Iniesta (Vissel Kobe) – 30 milioni di euro
  • De Bruyne (Manchester City) – 29 milioni di euro

La cifra complessiva è composta da stipendio lordo e sponsorizzazioni varie.

Enrico Coggiola