Sei qui: Home » Altri Sport » Motori » ULTIM’ORA F1, c’è la decisione della FIA: RedBull sanzionata!

ULTIM’ORA F1, c’è la decisione della FIA: RedBull sanzionata!

Dopo praticamente un mese di tira e molla, la FIA si è finalmente espressa sul caso budget cap che ha coinvolto la RedBull. La federazione internazionale ha deciso di sanzionare la scuderia austriaca con 7 milioni di dollari di multa e una riduzione degli sviluppi del 10%.

Facciamo chiarezza. La FIA aveva comunicato durante il GP del Giappone, corso ovviamente sullo splendido circuito di Suzuka, che RedBull ed Aston Martin avevano sforato il budget cap nella stagione 2021. Per intenderci quella in cui Max Verstappen, proprio su RedBull, ha centrato il suo primo titolo iridato. Tra l’altro titolo arrivato dopo tantissime polemiche per i fatti di Abu Dhabi.

FOTO: Getty – Verstappen-Ben Sulayem-FIA

RedBull, le sanzioni

Durante questo periodo di inchiesta RedBull ha fortemente negato di aver sforato il budget cap, contratto che determina il regolamento finanziario dei team. Nonostante ciò la FIA ha dichiarato RedBull colpevole di aver sfondato il tetto di spesa. Per dovere di cronaca, bisogna precisare che esistono due tipi di tetto di spesa: minor breach e major breach.

La federazione ha ravvisato un’irregolarità per ciò che riguarda il minor breach, quindi una spesa di troppo inferiore a 5 milioni di dollari su 145 disponibili. Il che farà storcere il naso a tantissimi appassionati, siccome inizialmente si era parlato di un’irregolarità maggiore.

Infatti FIA e RedBull sono andate più verso un patteggiamento, invece che una vera e propria sanzione. La federazione, appurato lo sforamento del budget cap di 1.86 milioni di dollari, ha deciso di multare RedBull di 7 milioni di dollari e di limitare l’utilizzo della galleria del vento e del CFD al team austriaco del 10%.

Con tutta la probabilità del caso, ciò che resterà della faccenda nell’animo dei tifosi e degli appassionati è l’inadeguatezza di questo nuovo corso della federazione. Soprattutto considerando che, in primo luogo, si apre un precedente, e che la risposta riguardo questo campionato arriverà solo tra un anno. La FIA si è dimostrata, ancora una volta, inadatta al mondo della Formula Uno.

Enrico Coggiola