Dimissioni CDA Juventus, emergono nuovi dettagli sulle motivazioni

La serata di oggi è stata una di quelle che ha scosso il panorama calcistico italiano perchè l’intero CdA della Juventus si è dimesso, compreso il Presidente Andrea Agnelli.

L’ormai ex Presidente era a capo del club torinese dal 2010 e insieme a lui abbandona anche il suo vice Pavel Nedved, lasciando a Maurizio Arrivabene le deleghe temporanee.

Alla base dell’addio ci sarebbe il coinvolgimento della dirigenza nelle indagini legate all’inchiesta Prisma e le conseguenti accuse di falso in bilancio.

Juventus Dimissioni Agnelli

Anche Marco Bellinazzo, giornalista del Sole 24 Ore, interviene sul tema affermando come “le dimissioni sono stato un fulmine a ciel sereno nonostante l’inchiesta in corso fosse nota a tutto”.

 “Il comunicato diramato dalla società bianconera parla sia del caso plusvalenze, ma anche del caso stipendi. La Juventus oltre a lavorare sui bilanci ha deciso che il CdA dovesse dimettersi”.

Un vuoto gigantesco quindi quello che si crea in casa Juventus. La notizia infatti scuote un ambiente che fatica già a trovare risultati sul campo e che ora si trova ad affrontare anche una crisi al vertice.

Solo nel 2023 infatti verrà nominato in nuovo CdA, mentre ora sarà  Maurizio Scanavino ad assumere la carica di direttore generale.

Francesco Buffa

Sei qui: Home » News sul Calcio » Dimissioni CDA Juventus, emergono nuovi dettagli sulle motivazioni