La UEFA pronta a prendere provvedimenti: il Chelsea la squadra sotto accusa

Non si placano le polemiche relative al calciomercato ed agli squilibri economici evidenti presenti tra le varie leghe europee, con la Premier League, in primis su tutte, che regna incontrastata riguardo alla capacità di spesa nell’acquisto di giocatori.

Stando a quanto riportato dal Times Sport, la Uefa ha intenzione di porre rimedio ad escamotage utilizzati dalle squadre per ammortizzare il costo del giocatore in più esercizi e gravare così molto meno sul bilancio annuale.

Il Chelsea “punito” dalla Uefa, pronte nuove misure per arginare il problema

Chelsea Mudryk calciomercato

Tutto nasce dall’acquisto di Mudryk da parte del Chelsea per 110 milioni di euro, cifra record per il mercato di gennaio. Il problema però non è nella cifra spesa quanto nella durata del contratto offerta al ragazzo, precisamente di 8 anni e mezzo.

Questo permetterà alla società di spalmare il costo in molti più esercizi, gravando molto meno sul bilancio annuale, permettendo in più di rispettare il Fair play finananziario, ovviamente non in maniera legale, ma aggirandolo.

Per questo la Uefa ha intenzione di stabilire un massimo di 5 anni di durata del contratto, con la nuova regola che dovrebbe entrare in vigore a partire da giugno 2023.

LORENZO PIERANTOZZI

Sei qui: Home » News sul Calcio » La UEFA pronta a prendere provvedimenti: il Chelsea la squadra sotto accusa