Spalletti annuncia: “Ci saranno 4-5 cambi”, poi su Jorginho

Le parole del ct dell’Italia Luciano Spalletti durante la conferenza stampa in vista del match contro l’Ucraina

Luciano Spalletti, dalla sala stampa della BayArena, ha parlato in vista della partita dell’Italia contro l’Ucraina, in programma per domani sera. Questa sarà l’ultima partita del gruppo C valida per la qualificazione ad Euro 2024. Al momento, le due squadre si trovano a pari punti, dunque, solo la vittoria può regalare un biglietto agli azzurri per la qualificazione agli europei.

Spalletti in conferenza stampa, le parole sulla partita ed i suoi giocatori

Come giocherà secondo lei l’Ucraina domani?
“Il percorso fatto, ciò che dice la classifica è che l’Ucraina ha gli stessi punti dell’Italia, non ci sono favoriti. Il ct dell’Ucraina ha preparato la gara nel miglior modo e mi aspetto una gara offensiva da parte loro, lui ha un modo di lavorare con le squadre da calcio aperto, dà qualità come allenatore. Lo si legge nelle analisi delle partite disputate dall’Ucraina”.

Meglio il centravanti piccolo o il centravanti grande?
“Cerco di darvi una mano più larga… Ci saranno 4-5 cambi, centravanti o no inseritecelo voi”

La gara di andata può essere un riferimento per la partita di domani?
“Sappiamo attraverso il nostro modo di stare in campo fin da quando abbiamo iniziato quali sono le nostre abitudini, i nostri pensieri. Ci siamo creati uno stile di vita che porteremo anche nella gara di domani sera. Ci sono delle attenzioni da fare, ma ci siamo creati un modo di stare in campo che secondo me è molto corretto. Poi dobbiamo mantenere sempre il giusto equilibrio, loro dal punto di vista offensivo sono molto forti e quindi ciò che diventa fondamentale è farsi trovare sempre in ordine con le ricomposizioni, con le marcature preventive. Questo comportamento non possiamo sbagliarlo, come accaduto contro la Nord Macedonia. Stessa cosa. Loro secondo me saranno un po’ costretti col passare dei minuti a forzare la partita, ma a noi non cambia nulla, quando ci sarà il momento di pressare lo facciamo, quando invece non siamo in ordine si concederà, se necessario, anche un po’ di campo”.

Spalletti
Le parole di Luciano Spalletti in vista di Ucraina-Italia (lapresse) rompipallone.it

Jorginho sarà ancora rigorista?
“Abbiamo altri calciatori che possono tirare i rigori, sarebbe sbagliato andare a forzare un’altra volta Jorginho sul dischetto. Sarebbe un metterlo in difficoltà chiedergli di battere un rigore ora”

Più contento del fatto di essere tornato a segnare tanto o di aver subito sette gol in cinque partite?
“In generale io sono contento di quella che è un valutazione obiettiva di ciò che succede. Nella realtà noi ci siamo migliorati, ci siamo compattati in delle difficoltà che abbiamo superato tutti insieme. Nel superarle ci siamo mantenuti anche qualche difetto, ma ho visto i ragazzi lavorare in maniera seria e compatta per cui abbiamo lo spirito giusto per affrontare questa partita, senza dare più peso a una cosa o a un’altra. Andare a fare gol è sempre più difficile che riuscire a sistemare un atteggiamento difensivo per non prenderne troppo. Fare gol è sempre molto complicato, soprattutto in campo internazionale”.

Dunque il nuovo ct della nazionale italiana scenderà in campo con alcuni cambi rispetto all’ultima partita dell’Italia vinta per 5-2 contro la Macedonia del Nord. Tuttavia l’atteggiamento dell’allenatore italiano era molto positivo verso una partita che sarà fondamental

Gestione cookie