Ultima sconfitta fatale: UFFICIALE, salta la panchina in Italia

L’ultima sconfitta è stata fatale per l’allenatore. La società ha deciso per l’esonero immediato, allontanando il tecnico.

È un dato di fatto che il nostro movimento calcistico tratti gli allenatore un po’ come viene, magari senza dare il tempo di portare un certo tipo di ideologia. Succede e continuerà a succedere, per questo gli esoneri, soprattutto in questo periodo dell’anno sono all’ordine del giorno. Infatti il periodo invernale è probabilmente l’ultima spiaggia per poter cambiare guida tecnica ad una squadre in difficoltà.

Così c’è il tempo per fare meglio e provare a recuperare, anche se tante volte i cambi in corsa portano più guai che altro. Tuttavia questo non è il caso del Brindisi.

Infatti la squadra pugliese, tramite una nota ufficiale, ha comunicato di aver esonerato mister Danucci. Di conseguenza l’allenatore, che ha portato il Brindisi nuovamente in Serie C dopo 33 anni, non sarà più alla guida dei pugliesi. Per questo motivo il discorso del tempo: Danucci aveva ottenuto una storica promozione lo scorso anno, passando per i Play Off.

Tuttavia il cammino del Brindisi in questa stagione non è stato ritenuto all’altezza dalla dirigenza del club pugliese, che ha optato per l’esonero. In particolare i soli 10 punti raccolti in 15 partite di Serie C sono stati fatali per il secondo anno di Danucci a Brindisi.

Brindisi, esonerato Danucci

Ora è ufficiale: il Brindisi ha esonerato Danucci. Questo i comunicato del club pugliese: “La società comunica di aver sollevato dall’incarico mister Ciro Danucci ed il suo vice Marco Perrone. L’allenamento di domani verrà diretto dal tecnico della Primavera. A mister Danucci e al suo vice Perrone vanno i migliori auguri per il prosieguo di carriera e un sincero ringraziamento per l’impegno profuso”. Così il Brindisi per salutare Danucci, che ha portato i pugliesi alla storica promozione in Serie C dopo 33 anni.

Danucci Brindisi
Danucci, esonerato dal Brindisi (LaPresse) – Rompipallone

Promozione che ha trovato spazio nel comunicato: “La promozione in Serie C ottenuta dopo 33 anni di assenza rimarrà per sempre incisa nella storia del club adriatico”. Ora però tocca al Brindisi capire il da farsi per trovare un nuovo allenatore. Infatti la zona salvezza non è lontanissima, ma serve un netto cambio di rotta rispetto al cammino centrato fin qui in stagione.

In particolare sono due i nomi caldi per gli adriatici: quello di Colombo e quello di Calabro. Infatti, secondo tuttoc.com, questi sono i due possibili allenatore che la società pugliese ha cercato al momento dell’esonero di Danucci. Ad uno dei due il compito di portare il Brindisi ad agganciare il Sorrento, avanti di 6 punti.

 

Impostazioni privacy