Il tecnico alza bandiera bianca: “Siamo inferiori alle altre”

Sorprendono e non poco le parole del tecnico nel corso dell’ultima conferenza stampa, in grado di aizzare ancor di più il risentimento dei tifosi.

Passare da una stagione idilliaca ad un completo e totale crocevia non è di certo facile per dei tifosi e per un club andati ad un passo dal toccare il cielo con le dita. Lo sa benissimo il Bari, ancora alle prese con gli strascichi della scellerata gestione vissuta in estate. Dopo aver infatti perso la finale dei play-off in casa, contro il Cagliari a causa di un gol allo scadere di Pavoletti, i biancorossi sono sprofondati in un vero e proprio baratro. La classifica di Serie B recita difatti 10° posto per il Bari, fermo a soli 18 punti in 15 giornate e distante 6 lunghezze dalla zona play-off, ad oggi occupata dal Palermo. In attesa del calcio d’inizio del match contro il Sudtirol, in un San Nicola dal dente avvelenato, ecco arrivare le dichiarazioni di mister Pasquale Marino, in grado di gettare ancor più benzina sul fuoco.

Marino alza bandiera bianca, le parole sul Bari

Non accenna a migliorare il momento in casa Bari, con i galletti che si affacciano al match contro il Sudtirol dopo aver perso consecutivamente contro Venezia (0-3) e Lecco (1-0). Non accenno a placarsi, quindi, nemmeno le critiche nei confronti di Luigi De Laurentiis, individuato dai tifosi come il principale responsabile di tale caos. Questo, a causa dello scarso lavoro fatto in estate per sostituire partenze pesanti come quelle di Caprile, Folorunsho e Cheddira. Tra striscioni, cori ed attacchi face to face al presidente, i pugliesi sono ora chiamati a fare del proprio meglio contro la formazione tirolese, che giungerà al San Nicola alle ore 14.00 di sabato 9 dicembre.

Il tecnico alza bandiera bianca: le parole
Marino ammette: le dichiarazioni (LaPresse) – Rompipallone.it

Essa rappresenterà dunque una sfida chiave dato che, in caso di vittoria ospite, il Bari potrebbe addirittura essere scavalcato dal Sudtoriol, sprofondando al 13° posto. D’innanzi a tale scenario servirebbero quindi parole di carica verso l’ambiente da parte dei principali esponenti del club, che hanno invece continuato ad alimentare i dubbi. Le parole di mister Pasquale Marino in conferenza hanno infatti sorpreso e non poco i tifosi, raggiunti da un senso quasi di resa lasciato trapelare dal proprio mister. “Dopo la sconfitta di Lecco abbiamo valutato l’ipotesi ritiro. Esso non va inteso come una punizione, ma come un gesto per aumentare la consapevolezza dei nostri giocatori in campo“, le iniziali parole dell’allenatore.

Il Bari dovrebbe essere sempre la squadra più forte delle altre, ma in questo momento dobbiamo ammettere a noi stessi di non esserlo: siamo una squadra normale. Mantenere alta la concentrazione per 90 minuti spesso è difficile anche per chi è in testa. Noi, su questo aspetto, dovremmo quindi lavorare ancor più di loro“, la conclusione di Marino, come riportato dalla redazione di TuttoBari.com

Impostazioni privacy