Lavezzi, la situazione è grave: tifosi rimasti senza parole

Sono giorni difficili per Ezequiel Lavezzi. L’ex campione argentino sta vivendo un periodo molto complicato e la situazione ora è critica. 

Ha vissuto giorni migliori, il Pocho LavezziSull’ex attaccante del Napoli è calato il buio e l’incertezza.  L’argentino si trova attualmente a Boulogne Sur Mer, sulla costa del Rio de la Plata. Il classe 1985 è tornato in patria dopo il ricovero cominciato il 20 dicembre scorso all’ospedale Cantegrill di Maldonado, vicino a Punta del Este, in Uruguay, a causa di un ferimento all’addome e la frattura ad una clavicola. Sono ancora incerte le motivazioni del ricovero.

Tuttavia voci molto insistenti parlano di un’aggressione avvenuta in una località balneare frequentata da molte celebrità vicino alla clinica. Lo spiacevole episodio era avvenuto durante un party nella villa di Arenas de Jose Ignacio, dove alloggiava il Pocho, che sarebbe stato ferito con un coltello. Dopo la dimissione dall’ospedale uruguaiano e il conseguente trasferimento in un aereo privato diretto a Rosario, inoltre, Lavezzi avrebbe accusato una nuova crisi, che ha costretto i medici a sedarlo e a fermarsi prima, nella Capital Federal. L’accaduto ha gettato un’ombra sopra l’ex centravanti del Paris Saint Germain, il quale starebbe soffrendo di problemi ben più gravi.

Mistero Lavezzi, ore difficili per l’ex Napoli: la situazione

L’aggressione sarebbe solo la punta dell’iceberg del momento che l’ex numero 22 del Napoli sta vivendo. Secondo la Gazzetta dello Sport, Lavezzi sarebbe entrato nella morsa della tossicodipendenza, che di certo non ha giovato nella vicend. Si ipotizza che l’attaccante fosse sotto effetto di cocaina. Il Pocho è nuovamente ricoverato a Boulogne Sur Mer, dove è giunto un emissario particolarmente speciale che dovrebbe aiutare il classe 1985. Sarà fondamentale l’intervento di Tomas, figlio di Ezequiel che milita nell’Union Santa Fe. Il 18enne, come tutta la famiglia, dovrà convincere Lavezzi ad intraprendere un percorso riabilitativo per uscire da questa “malattia”.

Giorni difficili per il Pocho Lavezzi
Lavezzi nel tunnel della tossicodipendenza (LaPresse) – rompipallone.it

Assieme all’erede sarà necessario l’ausilio di tutti i parenti stretti. Alcune indiscrezioni parlavano di Diego, fratello del Pocho, come possibile aggressore. Rumors immediatamente smentiti. Il 38enne, stimato non solo in Italia e Argentina ma anche in Francia, dovrà ascoltare i propri cari, tra cui anche la nuova compagna Guadalupe Tabuada, 27 anni, modella argentina conosciuta un anno fa a Parigi. Discorso diverso va fatto per mamma Deborah, con cui Ezequiel ha rotto da tempo. Per superare questi terribili giorni, l’ex centravanti dovrà procedere con estrema cautela e iniziare una cura psico-fisica per trovare la luce in fondo al tunnel.

Gestione cookie