Giovani talenti, la Serie A non dà spazio: ecco le ‘Primavera’ più remunerative

I giovani talenti italiani sono sempre al centro di grandi discussioni per il nostro calcio: c’è pochissimo spazio e spesso vengono ceduti.

Spesso si è parlato di una riforma per il calcio italiano per dare modo alla Nazionale di avere a disposizione maggior talento da mostrare al mondo intero. Rispetto alle altre nazionali l’Italia è una delle più arretrate nello sviluppo dei giovani e il risultato è stato ben chiaro nelle ultime competizioni internazionali. Mancini prima e Spalletti ora devono accontentarsi di molti calciatori “navigati” che non riescono più a garantire prestazioni eccezionali e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Il tema dei giovani calciatori è di vitale importanza per l’Italia e spesso anche la FIGC ha parlato di possibili novità e nuove regole in arrivo per permettere ai “nostri” over 2000 di poter dare una svolta alla propria carriera.

Settori Giovanili più remunerative: la lista dei club italiani più bravi a vendere i giovani

I giovani calciatori italiani spesso sono “merce” di scambio in trattative tra i grandi club che acquistano e cedono calciatori importanti. L’ultimo scambio di questo genere in ordine di tempo è quello tra Juventus e Roma, con i giallorossi che hanno acquisito il giovanissimo olandese Huijsen in prestito per 6 mesi e hanno ceduto a titolo definitivo il capitano della Roma Primavera Luigi Cherubini ai bianconeri.

In questo campionato solo la Juventus e il Milan, tra le big, stanno facendo esordire molti giovani, facendo di necessità – dovuta ai troppi infortuni – virtù.

Inter Primavera
Inter Primavera (LaPresse) Rompipallone.it 11012024

Ma quali sono i club che meglio sanno vendere i propri giovani? In Italia c’è da sempre una grande tradizione di talenti straordinari ma negli ultimi 10 anni si è persa l’abitudine di puntare sui giovani per andare a prendere spesso calciatori dall’estero. Ora, però, con l’addio al Decreto Crescita, è possibile che molti club italiani punteranno sui talenti cresciuti in casa per dare anche all’Italia una svolta in ambito giovanile.

Quali sono state le società calcistiche italiane con i settori giovanili più redditizi negli ultimi dieci anni? A questa domanda ha provato a rispondere il CIES Football Observatory, con un focus preciso su tutte le squadre del mondo e quindi anche quelle italiane.

L’Atalanta è il club in testa alla classifica degli incassi maggiori rispetto alla cessione dei giovani talenti. Al secondo e al terzo posto si trovano Inter e Roma, entrambe in grado di valorizzare i calciatori del vivaio negli ultimi anni. Sopra i 100 milioni di euro si trovano anche la Fiorentina e l’Empoli. Di seguito, la classifica dei club italiani presenti nello studio:

  1. Atalanta – 250 milioni di euro (34 giocatori)
  2. Inter – 134 milioni di euro (35 giocatori)
  3. Roma – 131 milioni di euro (35 giocatori)
  4. Fiorentina – 123 milioni di euro (14 giocatori)
  5. Empoli – 104 milioni di euro (15 giocatori)
  6. Juventus – 94 milioni di euro (22 giocatori)
  7. Genoa – 90 milioni di euro (11 giocatori)
  8. Milan – 77 milioni di euro (18 giocatori)
  9. Cagliari – 57 milioni di euro (3 giocatori)
Impostazioni privacy