Futuro Mourinho, contatti già avviati: niente Arabia per il tecnico

Cambia d’improvviso il futuro di José Mourinho dopo l’esonero da parte della Roma. Per il portoghese non vi sarebbe solo l’Arabia.

La giornata odierna è stata scombussolata da una news alquanto sorprendente e immediata, nonostante il sentore fosse da tempo nell’aria. Trattasi chiaramente dell’esonero di José Mourinho ad opera della Roma, che ha così salutato anzitempo il portoghese dopo due stagioni e mezzo di vertiginosi alti (le due finali europee) ma anche profondi bassi (il 9° posto attuale, l’impotenza dimostrata nei derby e nei big match e i troppi alibi cercati dal tecnico). Una situazione che ha dunque spinto i giallorossi a sondare il terreno per la grande bandiera Daniele De Rossi, ma che ha quindi gettato negli interrogativi più disparati il futuro dell’ex allenatore dell’Inter.

Tante domande che potrebbero però avere già una risposta ben delineata, con l’Arabia Saudita che questa volta non c’entra nulla.

Mourinho-Brasile, l’esonero lo rende possibile

Da quando era ancora allenatore della Roma, Mourinho è stato accostato a numerose avventure future data la scadenza del suo contratto giallorosso nell’estate del 2024. Fra queste, chiaramente, anche l’esperienza araba, che ha più volte contattato lo “Special One” per cercare di portarlo fra i confini della Nazione come fatto con altri profili top del nostro calcio. Il tecnico ha però sempre risposto di essere concentrato solo e soltanto sulla Roma, alla quale avrebbe voluto restare anche il prossimo anno.

Mourinho: il possibile impegno futuro dell'allenatore
Mourinho-Brasile: l’ipotesi diventa concreta (LaPresse) – Rompipallone.it

Scenario, questo, chiaramente andato in fumo, e che ha addirittura spinto Mourinho in ottica Brasile. Fu la redazione di TMW, infatti, a dipingere il portoghese in ottica verdeoro nei primi giorni di gennaio, con la Federcalcio brasiliana intenzionata a portare un profilo di spessore sulla propria panchina in vista del Mondiale 2026, ma soprattutto dopo il rifiuto di Carlo Ancelotti. L’ormai ex Roma, rimasto libero, potrebbe ora concretamente pensare di accettare una proposta simile.

Brasile, i primi contatti con Mourinho

Come già detto, l’idea brasiliana di portare Mourinho in verdeoro nacque già nei primi giorni di gennaio, con la Federcalcio che contattò dunque per informazioni l’agente Jorge Mendes. Sia quest’ultimo che il tecnico in persona declinarono però gentilmente l’offerta a causa dell’impegno ancora presente con la Roma. Crollato quest’ultimo, dunque, non è escluso che tale trattativa possa d’improvviso rinascere, riaprendo i contatti da dove ci si era fermati a inizio 2024. Abbastanza improbabile, però, che in caso di accordo si arrivi ad un Mourinho sulla panchina del Brasile già in vista dell’imminente Copa America. Trainare la Selecao nella competizione toccherà infatti all’attuale tecnico Dorival Junior, alla quale il portoghese potrebbe subentrare nel cammino verso i Mondiali del 2026.

Impostazioni privacy