Era il pupillo di Mourinho: dice addio e cambia squadra all’improvviso

Venne invocato in maniera decisa da Mourinho quando era allenatore della Roma: ora la notizia lascia tutti a bocca aperta.

In casa Roma l’avventura da allenatore di un simbolo come Daniele De Rossi ha avuto inizio. Convincente a metà l’esordio vittorioso in campionato contro l’Hellas Verona per l’ex numero sedici giallorosso, che sicuramente ha bisogno di tempo per mettere a punto i propri principi di gioco alla sua squadra. D’altronde, l’eredità lasciata da José Mourinho resta comunque importante, così come doveroso è cercare di perfezionare un giocattolo che negli ultimi tempi girava in maniera non proprio impeccabile, motivo per cui i Friedkin hanno deciso di esonerare lo Special One.

Nel corso della sua esperienza nella Capitale, la società capitolina ha cercato di supportare in ogni modo il suo ormai ex tecnico, pur tenendo atto degli ostacoli inerenti alle limitazioni in sede di mercato. Per citare uno degli esempi più evidenti, il General Manager Tiago Pinto (anch’egli prossimo all’addio alla Roma, ndr) ha spinto molto per accontentare la richiesta del suo ex allenatore, che invocava a gran voce il colpo Matic. Un affare che non ha convinto pienamente, nonostante si tratti di un calciatore il cui valore è noto a tutti. Un impatto, il suo, che non è stato fortissimo, tant’è che in estate è stato ceduto al Rennes. Ma le novità sul destino dell’ex centrocampista della Roma potrebbero non essere finite qui.

Matic verso il Lione: che sorpresa per l’ex Roma

L’esperienza al Rennes di Nemanja Matic, che in estate ha salutato la Roma per accasarsi al club di Ligue 1, potrebbe essere già ai titoli di coda.

L'ex pupillo di Mourinho cambia squadra
Matic verso l’addio al Rennes – LaPresse – Rompipallone.it

Sembrano esserci pochi dubbi circa l’addio al Rennes, club con cui i ferri sono cortissimi. La squadra già accreditata ad accoglierlo sembra essere l’Olympique Lione, a dispetto di un Besiktas che è pronto, a sua volta, a tutto per cercare di mettere un segno un colpo importante, in quanto si tratta di un centrocampista la cui esperienza è senza ombra di dubbio importante.

Il suo comportamento, tra l’altro, ha destato numerose polemiche in Francia, considerando che non si era nemmeno presentato agli allenamenti per poi tirare in ballo l’assenza di scuole internazionali per i figli. Nonostante il pressing asfissiante del Besiktas, il futuro di Matic a questo punto sembra andare nella direzione di Lione: permanenza in Ligue 1 per l’ex pupillo di José Mourinho, che invece è ancora a caccia di un nuovo club per il suo futuro.

Impostazioni privacy