Conte in Serie A: ha dato priorità assoluta a una squadra

Antonio Conte è l’allenatore più chiacchierato di questo ultimo periodo: tutte le big di Serie A lo vogliono, ecco la sua priorità.

Il tecnico leccese è uno dei migliori allenatori d’Europa e il suo obiettivo è quello di tornare nel campionato italiano per continuare in bellezza la sua carriera. Si è fermato con il Tottenhama circa due stagioni fa e dopo uno stop molto lungo, fatto di studio, famiglia e sviluppo di nuove idee, ha deciso di ripartire da casa sua: la Serie A.

Tante squadre italiane sono alla ricerca di un nuovo allenatore da cui ripartire nella prossima stagione, con progetti nuovi e nuovi obiettivi da raggiungere. Conte è sempre stato garanzia di vittoria e di successi e anche questa volta non intende essere smentito.

Serie A: Conte pronto al ritorno, ha deciso dove

Il ritorno di Antonio Conte in Serie A è una possibilità concreta che sta prendendo forma sempre di più ogni settimana. Il suo lavoro è estremamente apprezzato da tutte le big che sono alla ricerca di un nuovo allenatore e ora si stanno aprendo molte opzioni.

Secondo quanto riferisce Michele Criscitiello nel suo editoriale per Sportitalia, il futuro di Conte sarà certamente in Serie A. In questo momento ci sono tre squadre che lo stanno corteggiando ma il tecnico pugliese ha già le sue priorità.

Antonio Conte priorità del Milan per la panchina
Antonio Conte Milan (LaPresse) Rompipallone.it 29012024

“Pioli ha il contratto ma la fiducia di club e tifosi è finita – annuncia Criscitiello – e quindi la squadra ha bisogno di andare a colpo sicuro”: con queste parole annuncia il forte interesse dei rossoneri per Antonio Conte, ma il club milanista non è l’unico.

“Il profilo di Antonio Conte resta caldo, il Milan ha la precedenza per volontà dello stesso allenatore – rivela il giornalista – ma nel frattempo qualcuno dovrebbe fare passi avanti. Conte resta nel mirino di Roma e Napoli, continua a studiare e ad aggiornarsi ma se Furlani chiama si sblocca tutto”.

Conte vuole il Milan, è la sua prima scelta. Ma dovrebbe prima avere dei colloqui con tutta la dirigenza per capire quale lavoro si dovrà svolgere e in che modo bisognerà rimettersi in gioco ad alti livelli. Poi c’è il Napoli di Aurelio De Laurentiis, con cui sono ottimi amici e piazza in cui gli piacerebbe allenare, per sua stessa ammissione, così come a Roma.

Due squadre che in questo momento sono in lotta serrata per cercare di entrare in Champions League, fattore fondamentale senza il quale sarbebe impossibile convincere un allenatore delle sue necessità.

Impostazioni privacy