Mancini, rescissione immediata con l’Arabia e futuro in Serie A

Mancini è nel caos dopo quanto accaduto nel match di Coppa d’Asia contro la Corea del Sud: ipotesi rescissione di contratto immediata.

L’ex Commissario Tecnico dell’Italia Roberto Mancini continua a far parlare di sé: dopo il burrascoso e tanto discusso addio nella scorsa estate alla Nazionale, malgrado un contratto ancora lungo che legava le parti in causa, l’idillio con la sua Arabia Saudita potrebbe essere finito di già. Non è affatto un mistero che la Federazione si aspettava molto dall’ex City e Inter, e invece i risultati sono stati tutt’altro che esaltanti. Come se non bastasse, si è aggiunta poi la polemica riguardante il suo comportamento in occasione del match di Coppa d’Asia contro la Corea del Sud: il tecnico ha infatti lasciato il campo durante la lotteria dei calci di rigori, che hanno condannato la Nazionale saudita all’eliminazione dalla competizione.

Le sue scuse potrebbero, però, non bastare, con i vertici della Federazione dell’Arabia Saudita che valutano provvedimenti anche immediati. “Noi chiederemo spiegazioni e poi decideremo l’azione più appropriata”, il commento a caldo dei vertici federali, facendo capire come la situazione possa essere ribaltata in un senso o nell’altro. Questione da seguire con molta attenzione, visto che in caso di addio all’Arabia Saudita il tecnico tornerà libero sul mercato.

Mancini: nodo Arabia e possibile ritorno in Serie A

Roberto Mancini e l’Arabia Saudita potrebbero decidere presto di separarsi: uno scenario non impossibile, se si considera l’onda lunga di polemiche che ha travolto il tecnico marchigiano in questi ultimi giorni.

Mancini in Serie A: possibile dopo la rescissione con l'Arabia
Mancini: possibile ritorno in Serie A – LaPresse – Rompipallone.it

Le cifre in ballo, però, sono importanti e con esse bisogna valutare sicuramente tutto l’aspetto burocratico dell’accordo in essere, anche se non dovrebbero esserci particolari problemi nel caso in cui la Federazione saudita decidesse di rispedire a casa il suo attuale Commissario Tecnico, consapevole di essere a rischio.

Situazione che potrebbe avere una conseguenza anche nella girandola di panchine che dovrebbe esserci al termine del campionato in Serie A: diverse sono le compagini che cambieranno guida tecnica. Tra di loro, c’è anche il Napoli: nella scorsa estate, ancor prima dell’arrivo di Rudi Garcia (poi esonerato), si era parlato di un interesse da parte del presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che alla fine ha poi virato su altri piani. Ma, dovesse dire addio effettivamente all’Arabia Saudita, potrebbe tornare a essere un candidato autorevole per la panchina del campioni d’Italia in carica per subentrare a Walter Mazzarri, il cui contratto scade il prossimo 30 giugno.

Impostazioni privacy