Rissa a Milano, la ricostruzione della vicenda: coinvolto il noto rapper e ultras di club di Serie A

L’ultima notizia che ha scosso l’intero Paese, riguarda il noto rapper e gli ultras di un club di Serie A: cosa è successo al The Club

Nella notte tra il 21  il 22 Aprile, l’intero Paese è stato scosso da una notizia agghiacciante: Cristiano Iovino, personal trainer dei VIP, è stato aggredito fisicamente da un branco di 8-9 persone. Il noto allenatore era stato già chiamato in in causa all’epoca della separazione tra Francesco Totti e Ilary Blasi.

L’ex calciatore lo aveva indicato come amante della moglie, poi smentito dalla showgirl nel documentario su Netflix e in un libro per Mondadori. Ma Iovino aveva successivamente rilasciato un’intervista nella quale la volontà di  testimoniare in tribunale su quanto successo tra i due.

La storia che ha visto protagonista il personal trainer, comincia alle 3:30 del 22 Aprile dove in via Traiano, vicino a Citylife a Milano, otto o nove persone scendono da un van e picchiano proprio di Cristiano Iovino. All’arrivo dell’ambulanza il personal trainer rifiuta il trasporto in ospedale, così da non cominciare a far girare voce su quanto accaduto, anche per limitare l’arrivo dei media.

Cristiano Iovino però, decide di non collaborare con i carabinieri per sporgere denuncia alle persone che lo hanno pestato, in modo tale da non far partire l’indagine. Ma gli investigatori scoprono lo stesso che qualche ora prima del pestaggio c’è stata una lite nella discoteca The Club di largo La Foppa dove era presente anche Fedez, noto cantante italiano.

Rissa in discoteca, cosa c’entrano Fedez e gli ultras

Durante la serata in discoteca, sembra esserci stato un apprezzamento di troppo verso una ragazza che era in compagnia del rapper milanese: tra i due si è acceso un battibecco che ha portato a scatenare una rissa.

Le immagini delle telecamere, che hanno ripreso l’aggressione a Iovino solo, che cerca disperatamente di resistere ai colpi, mostrano la scarica di calci e pugni che travolge il personal trainer: una spedizione punitiva, secondo l’ipotesi più accreditata dagli inquirenti.

Fedez-Iovino: il rapper c'entra
Fedez presente durante la rissa a Iovino (ANSA) rompipallone.it

Gli investigatori analizzando le telecamere di sorveglianza del The Club, confermano la presenza di Fedez: il rapper era presente nella scena con una ragazza e ad altri amici. Tra questi, c’è l’inseparabile Christian Rosiello, ultrà della Curva Sud milanista e suo bodyguard, insieme ad altri ultras del Milan.

Dopo la rissa sono stati segnalati frenetici contatti via telefono tra Fedez e Iovino per spiegarsi su quanto successo. All’arrivo sotto la residenza del personal trainer, quest’ultimo, dopo aver visto Fedez in compagnia di ultras rossoneri, ha chiamato suoi amici appartenenti al gruppo ultras Lazio (gemellati con l’Inter).

«È durato tutto pochi secondi, 30 o 40 al massimo» – le parole dei vigilantes, quando al loro arrivo erano già tutti scappati, lasciando Cristiano Iovino a terra. Nonostante la sua presenza confermata però, come anche annunciato dal proprio entourage, Fedez non è indagato sulla rissa avvenuta nella notte del 22 Aprile prima in discoteca e poi in via Traiano.

Impostazioni privacy