Serie A, cambia il calciomercato: la novità!

C’è una novità per tutti i club di Serie A che partirà dalla stagione 2024/25. Questa impatterà anche sul calciomercato, la notizia.

La Serie A a partire dalla stagione 2024/25 cambierà una regola. Si tratta di una regola che limitava i club della massima categoria italiana ma ora questo cambiamento impatterà anche sul calciomercato. Stiamo parlando di ciò che riguardano le regole sui giocatori extracomunitari. Difatti i club italiani possono avere solamente due giocatori extracomunitari in rosa ma fino ad ora era presente il vincolo di sostituirne uno, se necessario, con un altro già presente in rosa.

Dunque la Lega Serie A e la FIGC hanno deciso di andare a limare questa regola e renderla più flessibile per i club di Serie A. Le parole di Lorenzo Casini, presidente della Lega, e di Gabriele Gravina, presidente della FIGC, vanno a sottolineare come ora possa esserci una libertà maggiore, anche nel calciomercato, per le squadre italiane.

Serie A, cambia la regola sugli extracomunitari

La Lega e la Federazione hanno deciso di intervenire su questo regolamento. Le squadre di Serie A ora avranno maggiore libertà per quanto riguarda l’acquisizione di giocatori che provengono al di fuori dell’Unione Europea.

Cambia la regola sui giocatori extracomunitari!
Via il vincolo sulla sostituzione dei giocatori extracomunitari – Lapresse – Rompipallone.it

A partire dalla prossima stagione 2024/25 la Serie A cambia regola sui giocatori extracomunitari. Saranno sempre 25 i giocatori da presentare in lista e saranno sempre 2 gli slot riservati ai giocatori extracomunitari. Tuttavia ora si va a togliere il vincolo sulla sostituzione di questi due slot, dunque le squadre non dovranno sostituire eventuali nuovi giocatori extracomunitari con uno già presente in rosa.

Queste le parole di Lorenzo Casini:

Erano oltre dieci anni che non veniva accolta una richiesta, che era quella di adeguare il numero di extracomunitari che possono arrivare ogni anno e che è quello che succede negli altri Paesi. Ora saranno due senza vincolo di sostituzione. Abbiamo smussato gli ultimi angoli e approvato questa norma attesa da tantissimi anni. È un successo che noi riteniamo di condividere ma che deve essere ascritto in maniera decisa alla disponibilità dell’AIC.

Ad intervenire, e fare chiarezza, però è anche Gabriele Gravina con le sue parole:

Il numero di giocatori resta lo stesso, è solo una sostituzione. Non c’è nessun aumento nel numero degli extracomunitari. L’Italia è tra i paesi con norme più restrittive sul tesseramento degli extracomunitari, continuiamo a resistere ma il confronto non è più a livello nazionale, arrivano da più parti richieste di essere sempre più equiparati al mondo internazionale.

 

Impostazioni privacy