Arbitro squalificato a vita, è tutto vero: quello che succede è da non credere

Quello che è successo ha dell’incredibile. Un arbitro è stato squalificato a vita per un gesto davvero folle.

Nella storia del calcio abbiamo assistito più volte a squalifiche inflitte agli arbitri per diversi motivi. Un esempio sono La Penna e Pasqua, arbitri italiani, fermati per più di un anno per il caso-rimborsi che ha visto coinvolti 7 tra direttori di gara e assistenti. O ancora tutti coloro coinvolti nell0 scandalo Calciopoli. Se poi ci spostiamo fuori dal nostro paese è facile ricordare Byron Moreno, che arbitrò in maniera a dir poco discutibile la sfida tra Italia e Corea del Sud nel mondiale del 2002.

Più recente invece il caso dell’arbitro che spiegava le regole sul social network TikTok che è stato squalificato dall’AIA per due anni. Risale a pochi giorni fa invece il caso dell’arbitro olandese Jan Smit, direttore di gara originario di Opmeer (cittadina a nord dell’Olanda) che si è reso protagonista di una scena alquanto surreale. La vicenda ha spopolato in tutto il mondo e in poche ore ha fatto il giro del web.

Olanda: arbitro prima estrae 4 rossi e dà 15 minuti di recupero, poi festeggia con la squadra

Ha dell’incredibile ciò che è successo nella quarta divisione olandese lo scorso fine settimana. A scontrarsi il Sint George Spierdijk contro l’SV De Valken. I primi hanno conquistato la vittoria del campionato grazie al pareggio casalingo conquistato contro i rivali. Fino a qui tutto normale, se non fosse che la squadra ospite ha ricevuto 4 cartellini rossi nei 90 minuti, a cui poi sono stati aggiunti 15′ di recupero che hanno permesso alla squadra di casa di trovare il gol del pareggio. Il protagonista di tutto ciò è Jan Smit, arbitro 61enne già squalificato in passato nel 2021.

Olanda, arbitro squalificato a vita
Olanda, squalifica a vita per un arbitro – Rompipallone.it

A rendere grave la situazione, oltre a ciò che è accaduto in campo, è stato quello che è successo dopo il triplice fischio. Il direttore Smit è stato ripreso mentre festeggiava con i giocatori del Sint George Spierdijk, cantando canzoni e alzando il trofeo.  A causa di tutto questo la federazione olandese ha deciso di squalificare a vita l’arbitro.

Un esponente della KNVB (la Federazione calcistica dei Paesi Bassi) ha dichiarato: “Abbiamo chiamato il signor Smit e gli abbiamo detto che non è più autorizzato ad arbitrare le partite. Ci aspettiamo un comportamento neutrale da un arbitro e che entrambe le squadre siano trattate con rispetto“. L’arbitro invece si è giustificato dicendo che i 4 cartellini rossi erano al 100% corretti e che già in passato aveva cantato con tifosi di altre squadre.

Impostazioni privacy