Coppa Italia, svolta epocale in arrivo: succederà a partire dalla prossima edizione

Cambiamento significativo nel regolamento della competizione a partire dalla prossima stagione: novità in vista

Si è da poco conclusa la Coppa Italia 2023/24: l’edizione ha visto prevalere la Juventus, grazie ad un gol in avvio di match del bomber bianconero Dusan Vlahovic, a discapito dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. I nerazzurri dopo la sconfitta si sono comunque rifatti esattamente sette giorni dopo vincendo l’Europa League e rendendo così la propria stagione storica.

Protagonista indiscusso dell’ultima edizione della competizione è stato anche Massimiliano Allegri: con il trionfo in finale il tecnico livornese è diventato l’allenatore più vincente della competizione con cinque successi, scavalcano Roberto Mancini e Sven-Goran Eriksson fermi a quattro.

Archiviata questa edizione è già tempo di pensare alla prossima: è stato infatti disposto un cambiamento significativo al regolamento della competizione, con i club che dovranno tener conto di questo nuovo aspetto nella preparazione dei match.

Coppa Italia, addio ai supplementari fino alle semifinali

Una novità importante che prenderà il via a partire dalla prossima edizione: è stato disposto infatti che dalla Coppa Italia 2024/25 non ci saranno più i tempi supplementari fino alle semifinali. 
Per tutte le partite a gara secca, dai trentaduesimi ai quarti di finale compresi, in caso di parità al termine dei novanta minuti si procederà direttamente con i calci di rigore, senza la disputa degli ulteriori 30 minuti canonici.

I supplementari saranno disposti soltanto, in caso di parità nei tempi regolamentari, in semifinale ed in finale, nonostante si tratta di gara secca.
Un cambiamento a cui le squadre dovranno far riferimento nella preparazione dei match: in caso di partite tra compagini di caratura diversa le ”piccole” potrebbero tentare di trascinare il risultato del match in parità, nel caso ci si trovi in questa situazione e giocarsi il tutto per tutto nella lotteria dei rigori.

Coppa Italia, via ai supplementari
Vlahovic, decisivo nella finale dell’ultima edizione (ansa) Rompipallone.it

Ma come funziona il famoso ”tabellone” della Coppa Italia? Le 44 squadre partecipanti alla competizione verranno posizionate in una sorta di tabellone tennistico ed inizieranno a prendere parte al torneo in momenti diversi.
In particolare le prime otto classificate dell’appena concluso campionato di Serie A si esibiranno, come sempre, a partire dagli ottavi di finale contro le squadre che hanno superato i turni precedenti.

A fare specie è sicuramente il Napoli, gli azzurri per la prima volta dopo quattordici stagioni non disputeranno le coppe europee e, di conseguenza, non inizieranno la competizione direttamente nella fase finale, quindi dagli ottavi, ma nel turno precedente, circostanza che non accadeva dalla stagione 2007-08.

Impostazioni privacy