Gudmundsson rischia il carcere per un anno, clamorosa ipotesi dall’Islanda

Gudmundsson, dopo la buona stagione in Serie A, dovrà ora fronteggiare una pesante accusa fuori dal campo: le ultime.

Il Genoa di Gilardino in questa stagione è stata una delle squadre che sicuramente ha sorpreso di più. Ha raggiunto la salvezza con un buon piazzamento in classifica e questo lo deve anche al loro jolly Albert Gudmundsson. Il talento islandese è stato fondamentale per il grifone e la sua risalita in Serie A: lo è stato anche in questa stagione grazie ai suoi quattordici gol e quattro assist. Difatti l’attaccante ci ha messo poco a stregare tutti alla sua prima stagione nel campionato maggiore italiano.

Il 26enne ora però dovrà occuparsi di questioni extra campo che saranno decisive ed importanti per il suo futuro più del calcio giocato. Sul giocatore islandese difatti pende un’accusa gravissima e potrebbe rischiare anche una lunga detenzione. Il fatto era stato archiviato ma dall’Islanda la notizia è che ora il caso è riaperto e Gudmundsson dovrà difendersi nelle sedi opportune; la notizia sul giocatore del Genoa.

Dall’Islanda: Gudmundsson accusato di violenza sessuale

Il giocatore islandese del Genoa è stato accusato di violenza sessuale. Ora il caso è stato riaperto e c’è in ballo il suo futuro.

Ha vissuto un’ottima stagione Albert Gudmundsson al Genoa, da vero protagonista. Tuttavia è da un anno che su di lui c’è un’ombra piuttosto ingombrante. Difatti lo scorso agosto, in Islanda, il giocatore rossoblu era stato accusato di molestie ai danni di una donna.

Gudmundsson accusato di violenza sessuale in Islanda
Gudmundsson, pesante accusa per lui – Lapresse – Rompipallone.it

Questo caso costò al giocatore anche l’esclusione dalla sua nazionale ma lo scorso marzo il caso è stato archiviato. Tutte le accuse nei suoi confronti dunque furono archiviate e il genoano fu prontamente riammesso anche nella sua nazionale islandese.

Adesso però, dall’Islanda, giunge la notizia che il pubblico ministero ha riaperto nuovamente il caso nei suoi confronti e ora Gudmundsson rischia davvero una condanna pesante. L’accusa è quella di violenza sessuale e anche se i dettagli del caso non si sappiano ancora il giocatore rischierebbe anche una lunga detenzione.

Difatti secondo il codice penale islandese, articolo 194, l’accusa potrebbe costare da 1 a 16 anni di carcere: “chiunque ha rapporti o altri rapporti sessuali con una persona senza il suo consenso è colpevole di stupro ed è punito con la reclusione da un minimo di 1 anno a un massimo di 16 anni“.

Dunque una pagina nera per il giocatore che ora dovrà difendersi da questa pesante accusa che potrà influenzare negativamente il suo futuro.

 

 

Impostazioni privacy