Verstappen vuota il sacco: svelata l’amara verità in casa Red Bull

Max Verstappen svela l’amara verità: ecco cosa sta accadendo in Red Bull, è una polveriera la scuderia anglo-austriaca

Il sesto posto a Montecarlo di Max Verstappen, nel Gran Premio di Monaco, ha un po’ scoperchiato il vaso di Pandora. Avete presente quando la polvere si mette sotto al tappeto? Ecco, in casa Red Bull a Milton Keynes hanno fatto un po’ così nelle ultime stagioni, complice una monoposto che volava come un missile, capace di infrangere ogni tipo di record e vincere in ogni circuito.

Verstappen vuota il sacco
Max Verstappen vuota il sacco: svelata la verità (Ansa Foto) – Rompipallone

Così sono arrivati tre mondiali consecutivi, con Max Verstappen di un altro pianeta, così come la vettura. Ed in questo Mondiale continua a guidare la classifica del Mondiale piloti – così come quello Costruttori. Eppure sembra che il giocattolo si sia rotto. Merito sicuramente della concorrenza, con la Ferrari e la McLaren che si sono avvicinate sensibilmente alla Red Bull in questa stagione, con enormi progressi.

L’olandese, uno da sempre abituato a vincere, ha mostrato il suo malumore nei confronti della scuderia. La RB20 è diventata una macchima normale, con il pilota che ha spiegato come “gli altri sono cresciuti e noi non siamo migliorati nel nostro punto debole” sostenendo come la Red Bull sia in difficoltà dal 2022 soprattutto sui cordoli.

Verstappen stufo e arrabbiato: addio Red Bull

Stando a quanto afferma F1-insider.com, Max Verstapen avrebbe sollevato vistose lamentele nei confronti del suo team per quanto riguarda il simulatore. Secondo il pilota, infatti, questi fornirebbe dati errati da almeno due anni, numeri che poi non troverebbero corrispondenze in pista.

Verstappen furioso
Furia Max Verstappen: ecco cosa accade (Ansa Foto) – Rompipallone

Un malesse, quindi, che si protrae da tempo ma ugualmente non calcolato per via delle vittorie in serie. A Montecarlo, però, questo problema si è acuito, con l’evidenza sotto gli occhi di tutti. Servirà, quindi, trovare delle contromosse, considerato come la Red Bull si sia dimostrata inguidabile agli occhi del pilota olandese.

Un problema sollevato da Verstappen che, però, non trova conferme da parte dei tecnici: secondo questi, infatti, non vi sarebbe alcun tipo di problema al simulatore. Una situazione, questa, che lascia molto contrariato Verstappen. L’olandese è sempre più di malumore e non è certo passata inosservata nel paddock la critica di Horner nei confronti del pilta per l’errore commesso durante le Qualifiche sul circuito monegasco.

La situazione è quindi sempre più incandescente e la Mercedes osserva con grande interesse ogni tipo di sviluppo: Wolff, infatti, non vede l’ora di provare a strappare l’olandese alla Red Bull.

Impostazioni privacy