Vogliono più calciatori bianchi in Nazionale: scoppia il caso razzismo prima di Euro2024

Il caso razzismo travolge Euro2024 e rischia di rovinare l’atmosfera in Nazionale: vogliono più calciatori bianchi in squadra

Meno di due settimane all’inizio di Euro2024, manca davvero poco prima del debutto della rassegna continentale e la vigilia è animata dal caso razzismo.

Il via è in programma il 14 giugno con la sfida tra Germania, paese ospitante, e Scozia alla Football Arena di Monaco ed è proprio la nazionale tedesca che si ritrova al centro di uno scandalo che nessuno si aspettava. Non di certo il ct Nagelsmann che è apparso quasi imbarazzato in conferenza stampa a dover rispondere alle domande su un sondaggio che lui stesso ha affermato avere chiari connotati “razzisti”.

Proviamo a fare un po’ d’ordine: tutto nasce dall’emittente pubblica ARD che, nel preparare il documentario ‘Unità, giustizia e diversità’ per mercoledì prossimo, ha condotto un sondaggio coinvolgendo un campione di 1304 persone. Il sondaggio era riferito alla presenza di persone di colore in Nazionale e i risultati hanno destato grande polemica: ben il 21% di chi ha risposto alle domande, infatti, ha affermato di volere più giocatori bianchi nelle fila della Germania.

Ovviamente sorpreso il ct Nagelsmann che in conferenza stampa ha dovuto commentare questi risultati e lo ha fatto prendendo chiaramente posizione e dicendosi “scioccato”, definendo razzista il sondaggio e quindi affermando: “Stiamo preparando un Europeo per tutti nel Paese: dobbiamo svegliarci”.

Germania, scoppia il caso razzismo: Nagelsmann prende posizione

Una presa di posizione netta che fa il paio con quella arrivata, sempre in conferenza, da parte di Joshua Kimmich, uno dei convocati ad Euro2024 per la Germania.

Germania, sondaggio choc sui calciatori bianchi
Nagelsmann scioccato dal sondaggio sui calciatori bianchi (LaPresse) – Rompipallone.it

Il calciatore del Bayern Monaco è concorde nel definire “razzista” il sondaggio presentato e ha poi aggiunto che “questa è una totale assurdità”, ricordando come il calcio può essere “un buon esempio di come si possono unire nazioni diverse, colori della pelle diversi, religioni diverse”.

Inutile ricordare come la Germania sia da tempo una delle nazionali più multiculturali esistenti al mondo e che nella rosa di Nagelsmann siano presenti diversi calciatori di colore: da Benjamin Henrichs a Jonathan Tah, passando per alcuni big come Sané e Rudiger. Il sondaggio presentato dalla ARD ha sollevato un vero e proprio polverone, ma la reazione arrivata direttamente dal ritiro della Nazionale tedesca è stata netta e senza tentennamenti: non c’è spazio per il razzismo tra gli uomini di Nagelsmann e il ct non sembra avere alcuna intenzione di tornare sull’argomento.

Impostazioni privacy