Suggestione Icardi, è lui il bomber giusto: torna in Serie A

Mauro Icardi torna al centro delle voci di calciomercato legate alla Serie A: il suo ritorno in Italia diventa una suggestione sempre più forte

I gol li ha fatti sempre, anche quando era al centro di furiose polemiche e critiche. Di Mauro Icardi si può dire tutto, tranne che non sia un bomber di alto livello. I numeri del resto parlano per lui: 258 gol in carriera in meno di 500 partite, una rete ogni 130 minuti circa, rendimento da grande attaccante che l’argentino è stato capace di mantenere in diversi club e diversi campionati.

L’ultima stagione ha confermata la confidenza con il gol dell’ex Inter e Sampdoria: 32 reti in 45 partite, un bottino che ha aiutato il Galatasaray a vincere il campionato all’ultima giornata, respingendo l’assalto del Fenerbahce. Ora però ad Icardi la Turchia sembra stare stretta: il calciatore non ha mai nascosto l’ambizione di tornare in un campionato più competitivo rispetto a quello turco e il suo sogno è quello di poter giocare nuovamente in Serie A.

Si è vociferato di un possibile interesse del Milan nei giorni scorsi, ma ora è un altro il club italiano che potrebbe dare l’assalto ad Icardi per la prossima stagione: la Fiorentina.

Icardi alla Fiorentina, c’è un grande ostacolo

Icardi alla Fiorentina è la suggestione lanciata oggi dalla Gazzetta dello Sport. Una suggestione non certo campata in aria, considerato che proprio l’attacco è stato il tallone d’Achille della formazione viola nell’ultima stagione.

Per la Fiorentina suggestione Icardi
Un bomber per la Fiorentina, suggestione Icardi (ANSA) – Rompipallone.it

Con Belotti tornato alla Roma, Beltran che gioca più a centrocampo che in attacco e Nzola che ha dimostrato di non avere i numeri per poter reggere da solo l’attacco, la squadra toscana ha la necessità di intervenire in maniera importante nel reparto offensivo. Palladino ha bisogno di un vero bomber e Icardi sarebbe un vero colpo da novanta per la Fiorentina.

Il grande ostacolo è rappresentato però dall’ingaggio percepito dall’argentino a Istanbul: 11 milioni di euro, una cifra ben oltre gli standard della società di Commisso. Ecco perché a Firenze sono considerate più realistiche altre piste come quella che porta a Retegui del Genoa, per il quale servirebbero venti milioni di euro, oppure Krstovic del Lecce o ancora Arnautovic che l’Inter darebbe via molto volentieri per dare l’assalto a Gudmundsson.

Tutto ancora in divenire comunque con la Fiorentina che cerca un attaccante: Icardi sarebbe sicuramente il profilo giusto, ma c’è l’ostacolo economico da superare.

Impostazioni privacy